Che cos'è un hotspot?

Scopri gli hotspot, come usarli in sicurezza per accedere a Internet con i tuoi dispositivi mobili tramite Wi-Fi1.

Hotspot: cosa sono, dove sono e come usarli proteggendo la tua privacy e sicurezza?

Se hai mai provato a rispondere a un'e-mail o a navigare in Internet dal tuo dispositivo mobile in un luogo pubblico, o anche in ufficio o a casa, è probabile che tu fossi connesso a un hotspot Wi-Fi. Questo tipo di connessione non è solo molto comodo, ma non richiede nemmeno l'uso del piano dati del tuo smartphone. Non sorprende, dunque, che gli hotspot stiano diventando una componente essenziale dell'infrastruttura pubblica e del nostro modo di accedere a Internet.

Milioni di persone ogni giorno si collegano a hotspot pubblici per le loro esigenze. Secondo alcune stime, ci sono quasi 200 milioni di hotspot in tutto il mondo e ci sarà un hotspot ogni 20 persone sulla Terra entro il 2018. Grazie al nostro moderno stile di vita digitale, ci aspettiamo di essere sempre connessi. Per soddisfare tali esigenze, i punti di accesso Wi-Fi pubblici si stanno espandendo per formare una rete globale di hotspot.

Terminologia

Prima di approfondire le modalità di connessione a un hotspot e i potenziali problemi di sicurezza, definiamo meglio l'argomento che stiamo trattando. Nonostante vengano spesso utilizzati indistintamente, i termini "hotspot" e "hotspot mobile" si riferiscono a concetti differenti.

  • Hotspot: un hotspot è un luogo fisico in cui le persone possono accedere a Internet, in genere tramite Wi-Fi, sfruttando una rete locale senza fili (WLAN) con un router collegato a un provider Internet. Molti si riferiscono a questi luoghi con i termini "hotspot Wi-Fi" o "connessioni Wi-Fi". In poche parole, gli hotspot sono i luoghi fisici in cui gli utenti possono connettere a Internet in modalità wireless i loro dispositivi mobili, come smartphone e tablet.

    Un hotspot può trovarsi in un luogo privato o pubblico, come in un bar, in un hotel, in un aeroporto o persino in un aereo. Molti hotspot pubblici offrono un accesso wireless gratuito a una rete aperta, mentre altri sono a pagamento. Più avanti nell'articolo scoprirai come connettere un dispositivo mobile a un hotspot Wi-Fi.

 

  • Hotspot mobile: un hotspot mobile (talvolta detto hotspot portatile) è un hotspot... mobile! Mentre un hotspot Wi-Fi "normale" è legato a un luogo fisico, un hotspot mobile può essere creato utilizzando la connessione dati del tuo smartphone, permettendoti così di connettere il tuo notebook a Internet. Questo processo si chiama "tethering". Più avanti troverai maggiori informazioni su questo processo.

    Quando parli di hotspot Wi-Fi, dovresti conoscere anche i seguenti termini.
 
  • Punto di accesso (Wireless Access Point): un punto di accesso wireless (WAP) è un dispositivo di rete che consente a un dispositivo Wi-Fi di connettersi a una rete cablata. Il WAP può essere fisicamente collegato a un router, oppure essere integrato nel router stesso. Un WAP non è un hotspot, ovvero il luogo fisico in cui è disponibile l'accesso Wi-Fi a una WLAN.

 

  • Wi-Fi: il Wi-Fi è la tecnologia che consente al tuo smartphone o computer di accedere a Internet tramite una connessione wireless. Sfrutta segnali radio per inviare e ricevere dati tra un dispositivo compatibile e il WAP.

 

  • SSID: un identificatore dell'insieme di servizi (più comunemente noto come SSID) è il nome univoco di una rete wireless. Per connetterti a una rete wireless, devi conoscere il suo nome. Il tuo computer o smartphone può cercare le reti wireless disponibili; spesso alle reti vengo assegnati nomi descrittivi per facilitarne l'identificazione, come "telefono di Bob", "ospiti dell'hotel" o persino "Lascia stare la mia LAN".

 

Adesso che conosci la terminologia associata agli hotspot, scopriamo come ci si può collegare.

Come connettersi a un hotspot Wi-Fi

Probabilmente connetti il tuo smartphone o notebook a Internet tramite diversi hotspot Wi-Fi nell'arco della giornata, a seconda che ti trovi in ufficio, a casa o in luoghi pubblici come bar e aeroporti. Gli hotspot sono un modo semplice per rimanere sempre connesso con la tua vita dinamica.

La connessione a un hotspot wireless è un processo semplice. Usiamo il tuo smartphone come esempio. Vuoi rispondere a un'e-mail in aeroporto mentre aspetti il tuo volo e non vuoi consumare il tuo piano dati. Puoi impostare il tuo smartphone in modo che ti avvisi quando si trova nel raggio d'azione di una rete wireless, oppure puoi cercare reti wireless attraverso le impostazioni del tuo telefono. Gli specifici passaggi che devi seguire per connetterti all'hotspot Wi-Fi dipendono dal tuo dispositivo (Android*, iPhone* o altra piattaforma), ma ecco una panoramica generale.

  1. Fai clic sull'icona wireless sul dispositivo per visualizzare i nomi delle reti wireless vicine. Seleziona una rete wireless; talvolta, potresti anche dover fare clic su "Connetti".
  2. Immetti la chiave di sicurezza o la password. La maggior parte delle reti wireless è protetta e richiede una password per confermare la connessione. Alcune reti non sono protette o sono aperte, quindi non richiedono una password; usale con prudenza, perché potrebbero presentare rischi per la sicurezza.
  3. Seleziona il tipo di rete (casa, lavoro o pubblica, se hai un dispositivo Windows*). La scelta del tipo di rete stabilisce il livello di sicurezza adeguato per il luogo in cui ti trovi. Se selezioni "casa" o "lavoro", il tuo dispositivo sarà rilevabile da altri dispositivi. Assicurati di selezionare "pubblica" se ti trovi in un luogo pubblico, come un bar, un hotel, un ristorante, un aeroporto e altri luoghi simili. 

Ecco fatto! Sarai online in un lampo.

A seconda di dove ti trovi e dei tipi di hotspot nelle vicinanze, potresti trovarti collegato a una rete wireless aperta, non protetta o una rete wireless commerciale/a pagamento. È possibile che ti venga chiesto di creare un account o di utilizzare un servizio a pagamento come Boingo* o iPass*, che propongono vari piani di accesso Wi-Fi a seconda del tempo che prevedi di trascorrere su Internet.

Supponiamo, tuttavia, che non sia possibile trovare un hotspot Wi-Fi nelle vicinanze. Continua a leggere per scoprire come utilizzare il tuo smartphone come hotspot portatile.

Uso dello smartphone come hotspot mobile

Se ti trovi in un luogo in cui non sono disponibili hotspot, ma devi connettere il tuo notebook a Internet, puoi utilizzare il tuo telefono come hotspot Wi-Fi mobile attraverso un processo chiamato "tethering". Questo permette al tuo notebook di accedere a Internet condividendo la connessione dati del tuo smartphone.

Anche se i passaggi per la configurazione variano in base allo smartphone e al provider Internet, in genere le istruzioni specifiche sono disponibili nel menu Impostazioni o Gestisci connessioni del telefono. Per motivi di sicurezza, ti consigliamo di utilizzare una password Wi-Fi in modo che eventuali altri utenti nelle vicinanze non possano accedere al tuo telefono o notebook. Inoltre, tieni presente che il tethering tra il tuo notebook e il telefono consumerà il tuo piano dati; quindi, assicurati di tenere d'occhio la tua quota di utilizzo per evitare spese eccessive.

Ora che sei connesso, il gioco è fatto, giusto? Beh, non esattamente. Devi tenere a mente che, benché gli hotspot Wi-Fi siano un modo pratico per rimanere in contatto con colleghi, famiglia e amici, la connettività con gli hotspot presenta anche alcuni rischi per la sicurezza.

Sicurezza degli hotspot

Uno dei rischi associati alla connessione a Internet è che le stesse tecnologie che ci aiutano a svolgere il nostro lavoro e a gestire le nostre vite private possono essere sfruttate anche da hacker e ladri di identità.

Quando cerchi un hotspot Wi-Fi pubblico, assicurati di collegare il tuo smartphone o notebook solo tramite provider affidabili, come la rete wireless del tuo hotel o del bar. Diffida dagli hotspot che contengono errori ortografici come Bongo invece di Boingo, perché gli hacker talvolta usano questi nomi apparentemente affidabili per attirare utenti indaffarati e un po' distratti. 

Attraverso una connessione Wi-Fi non protetta gli hacker possono persino distribuire malware (software che può danneggiare o mettere fuori uso il computer), soprattutto se si utilizza un programma di condivisione dei file sulla stessa rete.

Rete privata virtuale (VPN)

Se credi che un hotspot Wi-Fi pubblico non ti offra sufficienti garanzie di sicurezza, puoi pensare di creare una rete privata virtuale (VPN) per accedere a Internet attraverso una connessione crittografata. Sebbene il fatto che i tuoi dati vengano crittografati possa scoraggiare gli hacker, tieni presente che rallenterà anche l'accesso a Internet per via della potenza di calcolo richiesta per crittografare e decrittografare i dati trasmessi.

Trova una soluzione VPN che funzioni

Se sei interessato a utilizzare una VPN per proteggerti quando sei online:

  • investi in un servizio mensile. Questa è una delle soluzioni più comunemente utilizzate. Assicurati di fare le necessarie ricerche prima di acquistare.
  • Prendi in considerazione l'acquisto di un router abilitato alle VPN. Esistono diversi modelli sul mercato che semplificano la configurazione della VPN.

Con oltre 9 miliardi di dispositivi mobili con funzionalità Wi-Fi in circolazione entro la fine dell'anno, l'importanza degli hotspot e del Wi-Fi nelle nostre vite non può essere sottovalutata.

Segnali

 

Significato

Scopo

WLAN

Wireless Local Area Network

 

Wireless LAN

Consente ai dispositivi mobili di comunicare senza fili mediante segnali radio o infrarossi

WiMAX

Worldwide Interoperability for Microwave Access

Una tempo ritenuto il successore del Wi-Fi, offriva un accesso wireless a banda larga prima di soccombere agli standard wireless concorrenti

5G

Quinta generazione dello standard wireless mobile

Offrirà maggiori velocità di trasferimento dei dati, connessione a Internet più veloce e velocità di download superiore (quando sarà lanciato nel 2020)

Scopri i vantaggi dei dispositivi basati su Intel

2 in 1

Un 2 in 1 con processore Intel® Core™ combina le prestazioni di un notebook con l’ultra mobilità di un dispositivo elegante e super sottile. Con una gamma di design intelligenti e di stile e di dimensioni dello schermo, c’è sempre un 2 in 1 basato su Intel per qualsiasi stile di vita.

Per saperne di più

PC all-in-one

Un PC all-in-one basato su un processore Intel® unisce il meglio di tutti i dispositivi in un unico e potente centro di elaborazione versatile. Un intero sistema desktop racchiuso in un dispositivo semplice, elegante e potente.

Per saperne di più

PC desktop

Da dispositivi tascabili a PC tower ad elevate prestazioni, i sistemi desktop basati su Intel sono disponibili in una varietà di formati per soddisfare qualsiasi esigenza. I più recenti PC desktop consentono di archiviare, creare e condividere i tuoi contenuti più preziosi.

Per saperne di più

Notebook

Sfrutta tutte le possibilità di un PC portatile con i notebook basati sui nuovi processori Intel® Core™. Grazie a livelli senza precedenti di potenza e reattività, sarai in grado di portare a nuovi livelli la produttività, la creatività e l’intrattenimento e sperimentare grafica e gaming straordinari.

Per saperne di più

Informazioni su prodotti e prestazioni

1

Le caratteristiche e i vantaggi delle tecnologie Intel® dipendono dalla configurazione di sistema e potrebbero richiedere hardware e software abilitati o l'attivazione di servizi. Le prestazioni variano in base alla configurazione di sistema. Nessun prodotto o componente è totalmente sicuro. Rivolgersi al produttore o al rivenditore del proprio sistema oppure consultare il sito Web https://www.intel.it.