PC contro Mac: il grande dibattito

Le differenze tra i due tipi di computer sono diventate più sfumate e riguardano i gusti personali.

Oggi gli acquirenti di computer hanno la possibilità di scegliere tra due ottimi standard di piattaforma software, Windows e Mac, ma le differenze tra i due tipi di hardware – che in genere sono entrambi dotati di CPU Intel® – sono meno evidenti rispetto al passato.

Negli ambienti informatici il dibattito “PC contro Mac” è stato a lungo un tema controverso: i sostenitori di entrambe le parti erano così accaniti che era meglio evitare l’argomento per non addentrarsi in discussioni troppo animate. Anche se PC e Mac hanno ancora seguaci fedeli, le differenze tra i due tipi di computer si sono attenuate in modo significativo nel corso degli anni. Di conseguenza, le decisioni vengono prese sulla base di preferenze non sostanziali, senza rischio di sbagliare. È diventata più una questione di stile e gusto personale piuttosto che di hardware e software.

L'ecosistema: pensi che il meno sia di più o che il più sia di più?

Quando acquisti un Mac, acquisti una “filosofia” insieme a una tecnologia informatica. La stessa azienda produce l’hardware e il software, e i computer Mac hanno la stessa sensibilità estetica degli smartphone e dei tablet Apple*. Il Mac offre solo sei modelli di computer con una scelta limitata di configurazioni. Si tratta di un approccio basato sulla soluzione migliore in assoluto, che elimina la necessità di valutare un numero eccessivo di opzioni. Se le decisioni a livello di RAM, spazio su disco e altri componenti hardware non fanno per te, il Mac ti solleva da questa incombenza.

Nel caso dei PC, invece, una dozzina di grandi produttori realizza l’hardware su cui viene eseguito il sistema operativo Windows. Sono disponibili centinaia di scelte a livello di modelli e configurazioni, che ti consentono di trovare esattamente ciò che cerchi, anche se ciò significa impiegare tempo e prendere decisioni. Se si tratta di un vantaggio o di uno svantaggio dipende dal singolo cliente.

Costo: guarda oltre il cartellino del prezzo

I Mac sono stati a lungo considerati più costosi dei PC, anche se i sostenitori affermavano che questo fatto era semplicemente dovuto al costo dei componenti di fascia alta, in grado di offrire prestazioni e affidabilità migliori.

Fare un confronto di prezzo tra prodotti dello stesso tipo, che siano PC o Mac, è stato sempre difficile poiché tipicamente ciascuno di essi ha diversi software e componenti pre-installati, come schede grafiche, porte e velocità di processore. I modelli Mac standard tendono a offrire meno memoria e spazio sul disco fisso, per cui è necessario tenere in considerazione le specifiche. 

Per il loro costo inferiore, i PC spesso sono stati scelti da persone con esigenze informatiche di base, come l’elaborazione di testi e la navigazione sul Web, mentre i professionisti della creatività dediti al design o all’editing di video erano disposti a spendere di più per ottenere il loro oggetto del desiderio. Detto questo, il surplus per il know-how di Apple si è ridotto a qualche centinaio di dollari, rendendo il prezzo un aspetto trascurabile.

Manutenzione: sei in grado di risolvere i problemi?

Proprio come i Mac offrono una possibilità di scelta limitata, questi sistemi tendono a rimanere così come sono; in genere solo il disco fisso e la RAM possono essere aggiornati. I PC, disponibili in moltissimi modelli di altrettanti fornitori, spesso consentono la sostituzione dei singoli componenti hardware, dalla CPU (unità di elaborazione centrale) agli schermi. L’elemento discriminante può dipendere da come utilizzi il computer, per quanto tempo pensi di tenerlo e dalla tua abilità a gestire alcuni aspetti della manutenzione.

Apple realizza l’hardware e il software, e pertanto hai un unico riferimento a cui rivolgerti per qualsiasi problema, che normalmente viene risolto tempestivamente. Con i PC, dato che hardware e software sono realizzati da fornitori diversi, la risoluzione dei problemi può risultare più complicata. In parte per questo motivo, Apple ha sempre ricevuto punteggi elevati dai proprietari di Mac per l'assistenza clienti.

Software: la tua scelta potrebbe essere nel cloud

Nel passato era facile scegliere un Mac o un PC in base al tipo di software di cui si aveva bisogno. Gli strumenti di produttività aziendale erano territorio del sistema operativo Windows, mentre le app di editing, foto e altre forme di creatività appartenevano chiaramente al mondo Mac.

E anche se il PC tende a predominare negli ambienti di lavoro, molti programmi software per uso professionale, tra cui Microsoft Office* e Adobe* Creative Suite, sono disponibili in versioni per entrambi i sistemi operativi. Anche il software è diventato un problema minore, dato che molte persone non lo caricano più sul computer ma si affidano ad abbonamenti software a cui possono accedere tramite cloud. Se riproduci video su YouTube, ad esempio, al browser non importa davvero quale tipo di computer o sistema operativo stai usando.

Giocare ai videogame: la scelta giusta è Windows

I gamer si sono sempre lanciati sui PC, e questo fatto non è destinato a cambiare molto presto. Oggi i PC sono in grado di eseguire in streaming i giochi da Xbox One e PlayStation 4, e il numero di titoli disponibili per PC sovrasta il Mac. Quindi, se a casa tua il gaming è molto più che divertimento e videogame, il PC vince indubbiamente.

Esperienze intuitive e tattili: i PC enfatizzano i comandi vocali e touch

Pur con tutta la passione degli utenti Mac, i sostenitori del PC possono ora affermare, in tutta onestà, di avere un rapporto più emozionale e tattile con i loro computer. Le versioni recenti del sistema operativo Windows hanno recepito il touch e la voce, come la nuova funzionalità Cortana* di Windows* 10, che abilita i comandi vocali per pianificare gli appuntamenti. Apple ha integrato il suo software di riconoscimento vocale, Siri, nei modelli desktop, ma ha esitato a introdurre la funzionalità touch nel suo sistema operativo, OS* X.

Quindi, se preferisci parlare con il tuo computer o muovere le dita su schermo, tastiera e mouse, i PC offrono un chiaro vantaggio.

Sicurezza: il Mac riceve l’approvazione

C’è stato un momento in cui i PC erano noti per i crash frequenti, ma ora il sistema operativo Windows è diventato molto più affidabile. Se l’hardware e il software Mac sono rinomati per la stabilità, la differenza si è molto sfumata.

Le probabilità di contrarre un virus o malware con un PC rimangono più elevate rispetto a un Mac, ma è più una questione di numeri che di tecnologia. Secondo IDC, circa il 7,5% dei computer in uso sono Mac, per cui gli hacker dedicano più tempo e creatività ad attaccare i PC.

Detto questo, è iniziata ad apparire un’ondata di attacchi Mac, come il ransomware Keyranger dello scorso anno che ha attaccato il sistema operativo OS* X crittografando tutti i file sul disco fisso finché gli utenti non hanno pagato un riscatto. Il corretto programma antivirus e altre protezioni manterranno il sistema al sicuro, ma i PC saranno maggiormente a rischio.

La scelta:

PC e Mac presentano alcune differenze evidenti; quali di queste differenze rivestono una maggiore importanza è qualcosa che ogni utente deve decidere autonomamente. Considerando il prezzo e la disponibilità, i PC tendono a essere l'opzione vincente, mentre i Mac rimangono la scelta preferenziale di utenti di élite o anti Windows. In entrambi i casi, non puoi sbagliare. Viviamo davvero nell’età dell’oro dei computer.

Scopri i più recenti PC desktop basati su Intel®.

Per saperne di più

Scopri i più recenti notebook basati su Intel®.

Per saperne di più

Scopri i più recenti sistemi desktop Apple basati su Intel®.

Per saperne di più

Scopri i più recenti notebook basati su Intel®.

Per saperne di più