Impostazioni del BIOS necessarie per i sistemi dati Intel® per HCI, certificate per Nutanix* Enterprise Cloud Platform per sistema server basato su Intel® Server M50CYP

Documentazione

Installazione e configurazione

000060242

02/05/2022

Controllare le impostazioni del BIOS necessarie per i sistemi Intel® Data Center per HCI, certificati per Nutanix* Enterprise Cloud Platform per il sistema server basato su Intel® Server M50CYP per prepararlo all'implementazione e all'installazione del software Nutanix.

NotaIntel® Data Center Systems (Intel® DCS) è in precedenza Intel® Data Center Block (Intel® DCB)

Fare clic o sull'argomento per i dettagli:

Impostazioni delle opzioni del BIOS

Opzione BIOS

Predefinito

Modifica ITK

Revisione personalizzata del BIOS

NA

NX03

Dispositivo di gestione del volume > configurazione io integrata > avanzata > dispositivo di gestione del volume mid-plane 1 (CPU0,IOU3)

Disabili

Abilitato (impostazione disponibile solo quando si utilizza lo switch Mid-Plane
Configurazione io integrata > avanzata > dispositivo di gestione del volume > dispositivo di gestione del volume Mid-Plane 2 (CPU1,IOU3)

Disabili

Abilitato (impostazione disponibile solo quando si utilizza lo switch mid-plane)
Configurazione io integrata > avanzata > dispositivo di gestione dei volumi > dispositivo di gestione del volume HSBP diretto (CPU0,IOU3)

Disabili

Abilitato (impostazione disponibile solo quando si utilizza HSBP Direct Connect)
Configurazione io integrata > avanzata > dispositivo di gestione dei volumi > dispositivo di gestione del volume Direct HSBP (CPU1,IOU3)

Disabili

Abilitato (impostazione disponibile solo quando si utilizza HSBP Direct Connect)
Configurazione io integrata > avanzata > dispositivo di gestione dei volumi > VMD per l'assegnazione diretta

Disabili

Abilitato

Dispositivo di gestione > io integrato > > PCIe-SSD0 (porta CPU0 3A)

Disabili

Abilitato

Dispositivo di gestione dei volumi > configurazione io integrata > avanzata > PCIe-SSD1 (porta CPU0 3B)

Disabili

Abilitato

Dispositivo di gestione dei volumi > configurazione io integrata > avanzata > PCIe-SSD2 (porta CPU0 3C)

Disabili

Abilitato

Dispositivo di gestione del volume > configurazione io integrata > avanzata > PCIe-SSD3 (3D porta CPU0)

Disabili

Abilitato

Configurazione io integrata > avanzata > dispositivo di gestione dei volumi > VMD per l'assegnazione diretta

Disabili

Abilitato

Dispositivo di gestione dei volumi > configurazione io integrata > avanzata > PCIe-SSD0 (CPU1 Port 3A)

DisabiliAbilitato

Dispositivo di gestione del volume > configurazione IO integrata > avanzata > PCIe-SSD1 (PORTA CPU1 3B)

DisabiliAbilitato

Configurazione io integrata > avanzata > dispositivo di gestione dei volumi > PCIe-SSD2 (CPU1 Port 3C)

DisabiliAbilitato

Dispositivo di gestione dei volumi > configurazione io integrata > avanzata > PCIe-SSD3 (3D porta CPU1)

DisabiliAbilitato

Configurazione io integrata > avanzata > Intel® VT per I/O diretto

AbilitatoAbilitato

Controllo ACS > configurazione IO integrata > avanzata

AbilitatoAbilitato

Configurazione avanzata della memoria > > configurazione RAS e prestazioni > ADDDC Sparing

DisabiliDisattivato (impostazione disponibile solo quando si utilizza 4 DIMM)

Stati P hardware > avanzati > prestazioni > hardware

Modalità nativaDisabili

Configurazione avanzata del processore > > tecnologia Intel® Virtualization

AbilitatoAbilitato

>Intel® TXT di configurazione avanzata del processore >

AbilitatoDisabili

Configurazione acustica e prestazione del sistema > avanzata >Set Ventola

AcusticaPrestazione

Gestione server > riprendere in caso di perdita di alimentazione CA

Rimani spentoUltimo stato

Opzione di avvio avanzata > abilitazione dell'avvio sicuro

AbilitatoDisabili
Impostazioni delle informazioni FRU (solo non predefinite)

Oltre alla normale FRU del prodotto L9 e allo "Chassis Extra" "Qualificato nutanix"

FRU

"Chassis Extra" "qualificato nutanix"

Da aggiungere in: Campo aggiuntivo 1

"Chassis Extra 2 "LCM 6.00"

FRU

"Chassis Extra 2" "DCF 7.0"
Da aggiungere in: Campo aggiuntivo 2

Nota: La versione del prodotto deve riflettere il numero di slot dell'unità nel sistema e non le unità totali presenti.

Configurazione

 Versione del prodotto

16 slot unità 2U1N 16 SATA M50CYP

FRULCY2216NX1xxxxx

16 slot unità 2U1N 16 NVMe con SATA M50CYP

FRULCY2216NX2xxxxx

16 slot unità 2U1N 16 NVMe M50CYP

FRULCY2216NX3xxxxx

24 slot unità 2U1N 24 SATA M50CYP

FRULCY2224NX1xxxxx

24 slot per unità 2U1N 24 NVMe con SATA M50CYP

FRULCY2224NX2xxxxx

24 slot unità 2U1N 24 NVMe M50CYP

FRULCY2224NX3xxxxx

12 slot unità (3,5 pollici) 2U1N 12 3,5", SATA M50CYP

FRULCY2312NX1xxxxx

La versione del prodotto deve riflettere il numero di slot dell'unità nel sistema e il tipo di sistema.

24 slot per unità

"Versione del prodotto" "LCY2224NXzxxxxx"

16 slot drive

"Versione del prodotto" "LCY2216NXzxxxxx"

12 slot unità (3,5 pollici)

"Versione del prodotto" "LCY2312NXzxxxxx"

Dove z =

1 per tutte le unità SATA

2 per NVMe misto e SATA

3 per tutte le NVme (senza scheda RSP3QD160j SW a 2 mid plane)

FRU

"Versione del prodotto"

"LCY2224NXzxxxxx"

O

"LCY2216NXzxxxxx"

O

"LCY2312NXzxxxxx"

Impostazioni di Gestione server (BMC) (solo non predefinito)

Modifica richiesta

Componente

Impostazione

Attiva password complessa impostata su DISABLED

 

0x3e 0x76 0x01 0x00 non elaborata Ipmitool

BMC

DISABILI

Riprendere la perdita di alimentazione CA

syscfg.efi /prp RESTORE

BMC

RIPRISTINARE

Configuration > User Configuration > User 2 > Privilege

 

Tramite syscfg

syscfg /up 2 3 ADMIN

BMC

Amministratore

Configurazione > configurazione utente > Stato utente 2 > utente

 

Tramite syscfg

syscfg /userenable 2 abilita 3

BMC

Abilitare l'utente 2 per il canale 3

Configurazione LAN BMC > gestione server > configurazione utente > nome utente 2 >

 

Tramite syscfg

syscfg /user 2 root

BMC

Radice

Configurazione LAN BMC > gestione server > configurazione utente > password > utente 2

 

Tramite syscfg

syscfg /user 2 root

BMC

etichetta MAC

 

La password deve corrispondere al valore dell'etichetta del codice a barre: distinzione tra maiuscole e minuscole. Tutti minuscoli

Configurazione laN BMC > gestione server > IPv6

 

Tramite syscfg

syscfg /lc 3 102 enable

BMC

Abilitare IPv6

Canale 3

Configurazione LAN BMC > gestione server > origine IPv6

 

Tramite syscfg

syscfg /lc 3 103 statico

BMC

Impostare l'origine IPV6 statica

Canale 3

Gestione server > configurazione lan BMC > indirizzo IPv6

 

Tramite syscfg

syscfg /lc 3 104

BMC

Canale 3

Impostare l'IP locale del collegamento IPV6 utilizzando l'indirizzo NIC di gestione dedicata per il canale 3, come mostrato eseguendo ipmitool lan print 3.

 
C:\ipmitool_1_8_18_steve>ipmitool -Ilanplus -Umartin -Pbackd00r -H192.168.43.5 lan stampa 3

Set in Progress         : Set Complete

Supporto per i tipi di autenticazione: MD5 PASSWORD

Abilitazione di tipo auth: callback:

: utente:

: Operatore :

: Amministratore :

: OEM :

Origine indirizzo IP: indirizzo statico

Indirizzo IP: 192.168.43.5

Subnet mask: 255.255.255.0

Indirizzo MAC: a4:bf:01:ec:6f:d2

Stringa della comunità SNMP: pubblica

Intestazione IP: TTL=0x40 Flags=0x40 Precedence=0x00 TOS=0x10

Controllo ARP BMC: risposte ARP abilitate, ARP gratuito disattivato

ARP Intrvl gratituoso: 2,0 secondi

IP gateway predefinito: 192.168.43.250

MAC gateway predefinito: 00:00:00:00:00:00:00

IP gateway di backup: 0.0.0.0

Gateway di backup MAC: 00:00:00:00:00:00:00

ID VLAN 802.1q: disattivato

Priorità VLAN 802.1q: 0

Suite di crittografia RMCP+: 1,2,3,6,7,8,11,12,15,16,17

Suite di crittografia Priv Max: XXaXXXXXXXaXXXX

: X=Suite di crittografia inutilizzata

: c=CALLBACK

: u=UTENTE

: o=OPERATORE

: a=ADMIN

: O=OEM

 

Ad esempio, se l'indirizzo MAC DMN era "a4bf01ec6fd2", l'IP locale del collegamento IPv6 sarebbe

fe80:0000:0000:0000:a6bf:01ff:feec:6fd2.

 

mac_to_ipv6 () {

IFS=':'; impostare $1; IFS non inserito

ipv6_address="fe80:0000:0000:0000:$(printf %02x $((0x$1 ^ 2)))$2:${3}ff:fe$4:$5$6"

}

Utilizzo:

mac_to_ipv6 a4:bf:01:ec:6f:d2

Risultato:

fe80:0000:0000:0000:a6bf:01ff:feec:6fd2

 
Comandi per recuperare l'indirizzo MAC dal canale 03:

# DMN MAC ADDRESS ipmitool lan stampa 3

cipher3_enable.nsh (Script in flash package K6930601)

BMC

Attivare Il cifrario 3 per il canale 3

0x0c 0x01 0x03 0x18 0x00 0x00 0x04 0x00 non elaborata ipmitool
0x00 0x00 0x04 0x00 0x00

 

Argomenti correlati
Impostazioni del BIOS necessarie per i sistemi Intel® Data Center per HCI, certificate per la piattaforma Nutanix Enterprise Cloud (H2XXXBP)
Impostazioni del BIOS necessarie per i sistemi Intel® per data center per HCI, certificate per la piattaforma Nutanix Enterprise Cloud (R2XXXWF)