Domande frequenti sulle unità SSD Intel® serie 6 basate su tecnologia NAND 3D Intel® QLC

Documentazione

Documentazione e informazioni sui prodotti

000029732

12/02/2020

Nota importante: Questa FAQ è relativa alle unità SSD Intel® serie 6 basate su tecnologia NAND 3D Intel® QLC.  Se stai cercando le FAQ per le unità SSD Intel® serie 600P basate su NAND 3D Intel® TLC, consulta qui

 

Terminologia

AbbreviazioneTermineDefinizione
NVMeMemoria non volatile ExpressLe specifiche di nuova generazione utilizzate per accedere alle unità SSD tramite il bus PCI Express con maggiore throughput e minore latenza.
PCIeComponente periferico Interconnect ExpressUna connessione standard disponibile nella maggior parte dei sistemi che supporta l'alta velocità dell'unità SSD NVMe.
UEFIUnified Extensible Firmware InterfaceUna specifica per il firmware del sistema, destinata a sostituire il BIOS legacy, che fornisce il livello software tra il sistema operativo e il firmware del sistema.
CSMModulo di supporto per la compatibilitàUna funzionalità del firmware UEFI che consente di eseguire l'avvio in stile BIOS legacy emulando un ambiente BIOS.

Fare clic o l'argomento per i dettagli:

Hardware e software

Che cos'è l'unità SSD Intel® serie 665p? A che cosa serve e che cosa la rende unica?

L'unità SSD Intel® 665p è un prodotto di follow-up dopo che Intel® SSD 660p con una nuova generazione di tecnologia NAND 3D Intel® QLC. Sono anche le prime unità SSD QLC a 96 strati del settore nel mercato dei client. Le unità SSD Intel® serie 665p sono progettate da zero per soddisfare le esigenze prestazionali e di capacità dei PC mainstream e entry-level che fanno riferimento alla descrizione del prodotto per tutti i prodotti qui

Dove posso trovare i driver Intel PCI Express * NVMe * per le mie unità SSD Intel® serie 6 basate su tecnologia NAND 3D Intel® QLC?

Per Windows *: driver del client NVMe * Microsoft Windows * per SSD Intel®.

Per Linux *: consultare il fornitore del sistema operativo per ulteriori informazioni sui driver e il supporto NVMe disponibili

Quali sono i requisiti hardware e software per l'utilizzo delle unità SSD Intel® serie 6 basate su tecnologia NAND 3D Intel® QLC come unità di avvio?

I requisiti per l'utilizzo come unità di avvio sono:

  • Supporto della scheda madre hardware compatibile con PCIe * NVMe * per il fattore di forma M. 2 M Key 2280. Per ulteriori informazioni, consultare il fornitore del sistema o della scheda madre.
    NotaPotrebbero essere disponibili più connettori M. 2, ma ciò non significa che tutti supportino lo standard NVMe. Consultare il fornitore della scheda madre e il manuale utente per le connessioni corrette.
  • BIOS di sistema che supporta UEFI 2.3.1 o versione successiva con il supporto NVMe
  • Formato unità GPT * (vedere come installare il sistema operativo su GPT)
  • Sistema operativo Microsoft Windows® 10
    NotaAltri sistemi operativi che supportano i requisiti di cui sopra potrebbero funzionare correttamente, ma non sono stati convalidati.
  • Driver Intel® NVMe installato durante l'installazione del sistema operativo: seguire le istruzioniGuida all'installazione di avvio
    • Se non esiste un driver NVMe nativo del sistema operativo e il driver Intel NVMe non è disponibile, l'unità non viene visualizzata durante l'installazione
Quali sono i requisiti hardware e software per l'utilizzo delle unità SSD Intel® serie 6 basate su tecnologia NAND 3D Intel® QLC come unità secondaria o unità dati?I requisiti sono indicati di seguito:
  • Supporto della scheda madre hardware compatibile con PCIe * NVMe * per il fattore di forma M. 2 M Key 2280. Per ulteriori informazioni, consultare il fornitore del sistema o della scheda madre.
    NotaPotrebbero essere disponibili più connettori M. 2, ma ciò non significa che tutti supportino lo standard NVMe. Consultare il fornitore della scheda madre e il manuale utente per le connessioni corrette.
  • BIOS di sistema che supporta UEFI 2.3.1 o versione successiva con il supporto NVMe
  • Sistema operativo Microsoft Windows® 10
    NotaAltri sistemi operativi che supportano i requisiti di cui sopra potrebbero funzionare correttamente, ma non sono stati convalidati.
  • Driver Intel® NVMe installato dopo l'installazione del sistema operativo
Quali schede madri sono state testate da Intel con le unità SSD Intel® serie 660p o con unità SSD Intel® serie 665p?Scopri lecompatibilità dei prodotti pagina per ulteriori informazioni.
In che modo posso connettere il fattore di forma M. 2 al sistema/scheda madre?Scopri leTecniche di gestione e precauzioni appropriate per il dispositivo M. 2
Qual è la differenza tra le unità SSD intel® serie 6 basate su tecnologia NAND 3D intel® qlc e le unità SSD Intel® serie 760P?Le unità SSD Intel® serie 6 si basano sulla tecnologia NAND QLC Intel 64-layer e la serie Intel® 760P è basata sulla tecnologia NAND TLC Intel a livello 64. Le unità SSD Intel® basate su tecnologia NAND 3D Intel® QLC sono soluzioni di storage PCIe ottimizzate per la capacità dei PC di oggi. Può essere utilizzato nei carichi di lavoro quotidiani di elaborazione. Offre un mix di capacità, prestazioni e valore per gli utenti finali. Le unità SSD Intel® serie 760P sono progettate come unità SSD focalizzate sulle prestazioni per PC che richiedono prestazioni più elevate e una maggiore resistenza.

Sistema operativo

Quali sistemi operativi sono convalidati per la funzionalità di avvio con le unità SSD Intel® serie 6 basate su tecnologia NAND 3D Intel® QLC?I sistemi operativi testati per la funzionalità di avvio del sistema sono versioni 64 bit di:
  • Windows * 10
  • RHEL * 7,3
  • Ubuntu * 16,04
È possibile installare Linux sulle unità SSD Intel® serie 6 basate su tecnologia NAND 3D Intel® QLC?Abbiamo testato la funzionalità di avvio su un sottoinsieme di sistemi operativi Linux. La funzionalità su tutti i sistemi operativi basati su Linux non è garantita. Se si verifica un problema, fare riferimento alla pagina di supporto del fornitore di Linux o contattare il supporto.

Installazione

Come si installa il sistema operativo Windows * sulle unità SSD Intel® serie 6 basate su tecnologia NAND 3D Intel® QLC?Scopri leGuida all'installazione di avvio Per ulteriori informazioni
Perché non riesco a vedere le unità SSD Intel® serie 6 basate su tecnologia NAND 3D Intel® QLC al primo riavvio dopo aver installato il mio sistema operativo?Le impostazioni del BIOS potrebbero essere il problema. Assicurarsi:
  • L'unità è il primo dispositivo di avvio
  • Hai abilitato UEFI nel BIOS
  • È stato utilizzato il metodo di installazione UEFI sul supporto di installazione
È possibile migrare il sistema operativo alle unità SSD Intel® serie 6 basate su unità Intel® QLC NAND 3D?È possibile migrare il sistema operativo a condizione che il sistema operativo corrente sia configurato e installato con le impostazioni UEFI appropriate. In caso contrario, si consiglia di reinstallare il sistema operativo.

Prestazioni

Che cosa accade nell'unità quando "si deseleziona la cache interna dell'unità SSD per potenziare le prestazioni" nella sezione intel® SSD Optimizer della Toolbox Intel® SSD?Le unità SSD Intel® serie 6 basate su tecnologia NAND 3D Intel® QLC gestiscono costantemente la cache all'interno dell'unità SSD. Archivia e pulisce i dati duplicati nella cache dell'unità SSD in base alle impostazioni di alimentazione del sistema. La funzione di Booster delle prestazioni indicizza e archivia i dati precedentemente scritti nella cache dell'unità SSD. In questo modo si elimina la cache o il buffer per un'esperienza utente aggiornata.
Quale utilizzo comune dei PC offrirà le migliori prestazioni delle unità SSD Intel® serie 6 basate su tecnologia NAND 3D Intel® QLC?Questa serie utilizza la tecnologia Intel® QLC con una grande e veloce cache SLC dinamica per gestire le scritture delle unità e incrementare le prestazioni di scrittura. I dati del SLC dinamico vengono trasferiti a QLC durante i tempi di inattività dell'unità. In questo modo si mantiene la cache aggiornata per migliorare l'esperienza di scrittura dell'utente. Questa serie è progettata e realizzata per modelli di utilizzo comuni dei PC, come la navigazione sul Web e le e-mail. Supporta anche i carichi di lavoro che sono pieni di tempi di inattività. Gli esempi includono attività di produttività come report di progetti, fogli di calcolo e modifiche limitate di foto e video e storage. Per i casi d'uso esterni a PC comuni e una volta che l'unità raggiunge il 75% di Full, le prestazioni di scrittura potrebbero essere inferiori a 100 MB.