Ispirate dall'impresa. Prestazioni ottimizzate.

Progettate per soddisfare gli odierni requisiti di I/O sempre più intensivi per un'ampia gamma di carichi di lavoro, migliorando al contempo l'efficienza IT.

Ideate con la tecnologia NAND 3D TLC Intel® a 96 strati, le unità SSD Intel® serie D7-P5500 e serie D7-P5600 offrono prestazioni e capacità ottimizzate per array all-TLC e sono progettate per migliorare l'efficienza IT e la sicurezza dei dati. Le unità SSD Intel® serie D7-P5500 e unità SSD Intel® serie D7-P5600 includono un nuovissimo controller e firmware PCIe* Intel di quarta generazione con una bassa latenza, funzionalità di gestione migliorate, scalabilità e nuove caratteristiche NVMe* per gli ambienti aziendali e cloud.

Disponibili nel fattore di forma U.2 15 mm, queste unità SSD offrono 1.92 TB, 3.84 TB e 7.68 TB a 1 scrittura su drive per giorno (DWPD) e 1.6 TB, 3.2 TB e 6.4 TB a 3 DWPD.

Sfruttate il potenziale dei vostri dati archiviati

Le unità SSD Intel® serie D7-P5500 e SSD Intel® serie D7-P5600 offrono prestazioni veloci ed elevate e sono in grado di accelerare notevolmente gli array di storage all-TLC. Rispetto alle unità SSD Intel® delle generazioni precedenti, la serie D7-P5500 dalle capacità ottimizzate offre prestazioni sequenziali1 fino a 2 volte migliori e la serie D7-P5600 con prestazioni ottimizzate permette prestazioni con carichi di lavoro misti casuali fino al 44% superiori.2 Entrambe le unità offrono anche miglioramenti delle "tail latency", tra cui una Quality of Service (QoS) della lettura casuale 4KB dell'80% superiore per il 99,99999% (7 9s) delle transazioni.3

Miglioramenti del firmware, tra cui priorità a carichi di lavoro host e aggiornamenti senza reset aumentano ulteriormente le prestazioni dell'applicazione.

Funzionalità avanzate per prestazioni dell'unità SSD, efficienza IT e sicurezza dei dati

Le unità SSD Intel® serie D7-P5500 e SSD Intel® serie D7-P5600 includono numerosi miglioramenti del firmware progettati in modo specifico per migliorare l'efficienza IT e la sicurezza dei dati in un mondo digitale sempre più incentrato sui dati.

  • Le gestione di namespace dinamica offre la flessibilità per permettere più utenti e la diffusione su grande scala.
  • Funzionalità di sicurezza aggiuntive come TCG Opal 2.0 e una chiavetta di crittografia AES-XTS 256-bit integrata, che sono richieste da alcune piattaforme sicure.
  • SMART monigoring migliorato, che fornisce un resoconto delle condizioni di salute dell'unità senza interrompere il flusso dati di I/O tramite un meccanismo in banda e un'accesso fuori banda.
  • La telemetria 2.0 consente l'accesso a un'ampia gamma di dati archiviati e include il tracciamento e la registrazione intelligenti degli errori. Ciò aumenta l'affidabilità dell'individuazione e dell'attenuamento delle problematiche e supporta cicli di qualifica accelerati, con un conseguente aumento dell'efficienza IT.
  • L'architettura TRIM ottimizzata adesso funziona come processo in background senza interferire con i carichi di lavoro, migliorando così le prestazioni e la QoS durante il TRIM concomitante. Il processo TRIM è migliorato per le unità ad alta densità, con una ridotta amplificazione di scrittura che consente alle unità di raggiungere il loro obiettivo di resistenza.
  • Uno schema di protezione Power-Loss imminent (PLI) con auto-test integrato, offre protezione contro la perdita dei dati in caso di interruzione improvvisa dell'alimentazione. Insieme allo schema di protezione del percorso dati end-to-end, le caratteristiche del PLI permettono, inoltre, un'implementazione semplice in data center resilienti nei quali non è tollerato il danneggiamento dei dati da anomalie a livello di sistema.

Estensione del primato della tecnologia NAND

La tecnologia NAND 3D di Intel a 96 strati offre la densità areale e la conservazione dei dati migliori nel settore,4 consentendo ai clienti aziendali di scalare con sicurezza gli array di storage per soddisfare le loro crescenti esigenze. La rapida adozione di infrastrutture definite da software e iper-convergenti aumenta la necessità di massimizzare l'efficienza, rivitalizzare l'hardware esistente e aumentare l'agilità del server, mantenendo al contempo l'affidabilità operativa.

Soddisfare la domanda di carichi di lavoro I/O complessi, compresi IA e analisi dei dati è diventato un elemento centrale per qualsiasi strategia d'impresa. I principali produttori di server aziendali hanno risposto comprendendo unità SSD basate su PCIe/NVMe* con prestazioni scalabili, latenza bassa e innovazione continua.

Panoramica sulle caratteristiche

Modello SSD Intel® serie D7-P5500 SSD Intel® serie D7-P5600
Capacità e fattore di forma U.2 15mm: 1.92 TB, 3.84 TB, 7.68 TB U.2 15mm: 1.6 TB, 3.2 TB, 6.4 TB
Interfaccia PCIe* 4.0 x4, NVMe* 1.3c PCIe* 4.0 x4, NVMe* 1.3c
Multimedia Tecnologia NAND 3D Intel®, a 96 strati, TLC Tecnologia NAND 3D Intel®, a 96 strati, TLC
Prestazioni 128K Sequenziale R/W fino a 7000/4300 MB/s 128K Sequenziale R/W fino a 7000/4300 MB/s
  Random 4KB R/W fino a 1M/130K IOPS Random 4KB R/W fino a 1M/260K IOPS
Resistenza 1 DWPD (fino a 14 PBW) 3 DWPD (fino a 35 PBW)
Affidabilità

UBER: 1 settore per 1017 bit letti

MTBF: 2 milioni di ore

UBER: 1 settore per 1017 bit letti

MTBF: 2 milioni di ore

Potenza

Scrittura attiva media massima: 20W

Inattiva: 5W

Scrittura attiva media massima: 20W

Inattiva: 5W

Garanzia Garanzia limitata di 5 anni Garanzia limitata di 5 anni
  Visualizza le specifiche del prodotto ›
Visualizza le specifiche del prodotto ›

Infrastruttura di storage per l'intelligenza artificiale

Accelerare i carichi di lavoro altamente variabili dello storage dell'IA e migliorare l'efficienza dello storage è cruciale per sfruttare appieno il potenziale dell'IA. Scopri come iniziare a costruire una pipeline di storage dei dati di IA accelerata, efficiente e scalabile.

Modernizza il tuo storage per prepararlo all'IA

Solid State Drive Intel®


Scoprite le tecnologie in corso di sviluppo e destinate a favorire l'innovazione nello storage.

Informazioni su prodotti e prestazioni

1

Confronto delle prestazioni tra unità SSD Intel® serie D7-P5600 e unità SSD Intel® DC serie P4610. Vedere il brief del prodotto Intel® SSD DC serie P4610: https://www.intel.it/content/www/it/it/products/docs/memory-storage/solid-state-drives/data-center-ssds/dc-p4610-p4618-series-brief.html.

2

Fonte – Intel. Confronto delle prestazioni misurate per 4KB (4096 Byte) 70/30 Random Read/Write QD256 (32x8w) tra SSD Intel® D7-P5600 serie 6,4 TB e SSD Intel® DC P4610 serie 6,4 TB. Test e configurazione di sistema: CPU: Processore Intel® Xeon® Gold 6139 a 2,30 GHz, BIOS: SE5C620.86B.00.01.0014.070920180847, RAM: 96 GB, modello RAM: DDR4 2666 MHz, Chipset: Chipset Intel® C624, Hyper-Threading: disabilitato, CPU Governor (attraverso il sistema operativo): Modalità Performance, OS: CentOS* 7.2, Kernel: 4.8.6. Le prestazioni misurate sono state rispettivamente 520K IOPS e 360K IOPS per D7-P5600 e DC P4610. Misurazione eseguite su gamma completa Logical Block Address (LBA) dell'unità quando il carico di lavoro ha raggiunto lo stato di funzionamento a regime, includendo tutte le attività in background richieste per la normale operatività e l'affidabilità dei dati. Modalità risparmio energia impostata su PM0.

3

Le latenze di coda si riferiscono ai tempi di risposta nel peggiore dei casi; latenze più basse al 99,99% (4 9) significano che la transazione più lenta su 10.000 transazioni migliorerà. Fonte – Intel. Confronto delle prestazioni misurate per 4 KB 100% di latenze QD1 a lettura casuale al 99,99999% (7 9) di disponibilità tra l'unità SSD Intel® D7-P5600 serie 6,4 TB e l'unità SSD Intel® DC P4610 serie 6,4 TB. D7-P5600 e DC P4610 sono stati misurati sull'ultimo firmware di produzione di ciascuna unità, rispettivamente "10019" e "1047E". La latenza misurata è stata di 0,48 ms e 2,57 ms per D7-P5600 e DC P4610, rispettivamente. Prestazioni per entrambe le unità misurate utilizzando FIO Linux CentOS* 7.2 kernel 4.8.6 con 4 KB (4096 byte) di dimensione di trasferimento con profondità della coda 1 (1 lavoratore). Misurazione eseguite su gamma completa Logical Block Address (LBA) dell'unità quando il carico di lavoro ha raggiunto lo stato di funzionamento a regime, includendo tutte le attività in background richieste per la normale operatività e l'affidabilità dei dati. Modalità risparmio energia impostata su PM0.

4

Fonte: IEEE International Solid State Circuits. ISSCC 2015, J. Im; ISSCC 2017 R Yamashita; ISSCC 2017 C Kim; ISSCC 2018; H. Maejima; ISSCC 2019 C. Siau. Le misurazioni sono state eseguite su componenti provenienti da unità SSD che utilizzano la tecnologia Floating Gate e Charge Trap Flash. La piattaforma di misura utilizzata è stata la Teradyne Magnum 2 Memory Test Systems, e la programmazione mediante modelli e margini casuali è stata quantificata usando i comandi del cliente. Dati misurati ad agosto 2019.

Il software e i carichi di lavoro utilizzati nei test delle prestazioni possono essere stati ottimizzati per le prestazioni solo su microprocessori Intel®. I test delle prestazioni, come SYSmark* e MobileMark*, sono calcolati utilizzando specifici sistemi computer, componenti, software, operazioni e funzioni. Qualunque variazione in uno di questi fattori può comportare risultati diversi. Consultare altre fonti di informazione e altri test delle prestazioni per una valutazione completa dei prodotti che si desidera acquistare, comprese le prestazioni di tali prodotti se abbinati ad altri prodotti. Per informazioni più complete, visitare il sito Web all'indirizzo www.intel.it/benchmarks.

I risultati prestazionali sono basati su test eseguiti nella data indicata nelle configurazioni e potrebbero non riflettere tutti gli aggiornamenti di sicurezza pubblicamente disponibili. Si veda il backup per i dettagli della configurazione. Nessun prodotto o componente è totalmente sicuro.

Costi e risultati possono variare.

Le tecnologie Intel® potrebbero richiedere hardware, software abilitati o attivazione di servizi.

© Intel Corporation. Intel e il logo Intel sono marchi di Intel Corporation o di società controllate da Intel negli Stati Uniti e/o in altri Paesi. Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.