Progettate per il cloud. Ottimizzate per le prestazioni.

Punti salienti

  • Tecnologia Intel® 3D NAND di nuova generazione a 144 livelli

  • Accelerazione di una vasta gamma di carichi di lavoro Cloud data center con latenza inferiore

  • Miglioramento della sicurezza e della gestibilità aziendale

  • Reattività con IO misto

BUILT IN - ARTICLE INTRO SECOND COMPONENT

Come soddisfare i requisiti relativi a prestazioni, gestibilità e I/O degli attuali data center per un'ampia gamma di carichi di lavoro.

Sviluppata con Intel® 3D NAND Technology a 144 strati e TLC, l'unità SSD Intel® D7-P5510 offre prestazioni e capacità ottimizzate per tutti gli array completamente flash ed è progettata per promuovere l'efficienza IT e la sicurezza dei dati. L'unità SSD Intel® D7-P5510 include un controller e un firmware Intel PCIe* 4.0, per offrire bassa latenza, migliori capacità di gestione, scalabilità e nuove funzionalità NVMe*, fondamentali per ambienti aziendali e cloud.

Disponibile nel fattore di forma U.2 da 15 mm, questa SSD viene offerta nelle dimensioni da 3,84 TB e 7,68 TB con una resistenza alla scrittura fino a 1 scrittura su drive per giorno (DWPD).

Migliora le prestazioni con una latenza inferiore

L'unità SSD Intel® D7-P5510 offre prestazioni straordinariamente veloci ed elevate ed è in grado di accelerare notevolmente gli array interamente flash. L'unità D7-P5510 con prestazioni ottimizzate consente prestazioni di lettura sequenziale fino a 2 volte superiori,1 latenze del 50% inferiori2 e un aumento del 50% di operazioni di I/O al secondo (70% di lettura, 30% di scrittura)3 rispetto all'unità SSD Intel® della generazione precedente.

La nuova architettura TRIM migliora ulteriormente le prestazioni per carichi di lavoro realistici in cui vengono utilizzati comandi di gestione dei dataset. L'architettura TRIM ottimizzata funziona ora come processo in background senza interferire con i carichi di lavoro, migliorando così le prestazioni e la QoS durante i TRIM concomitanti. Il processo TRIM risulta migliorato grazie a una ridotta amplificazione di scrittura che consente alle unità di raggiungere il loro obiettivo di resistenza.

Miglioramenti del firmware per prestazioni dell'unità, efficienza IT, sicurezza dei dati e gestibilità

L'unità SSD Intel® D7-P5510 include numerosi miglioramenti firmware introdotti appositamente per aumentare l'efficienza IT e la sicurezza delle informazioni in un mondo sempre più incentrato sui dati.

Gli spazi dei nomi multipli dinamici migliorano il provisioning del runtime e la gestione dello storage. Unità di overprovisioning con spazi dei singoli nomi ridotti per migliorare la resistenza e le prestazioni di scrittura casuale.4

  • Il supporto del formato LBA ampliato offre flessibilità al software host per trasmettere i metadati e le informazioni di protezione insieme ai dati del carico utile. L'unità SSD Intel® D7-P5510 supporta il VSS con le seguenti dimensioni di settore: 512/520/4096/4104/4160B.
  • L'elenco scatter-gather (SGL) migliora le prestazioni rimuovendo la necessità di allineamento dei dati nell'host.
  • Lo SMART monitoring migliorato fornisce un resoconto delle condizioni di salute dell'unità senza interrompere il flusso di dati I/O tramite un meccanismo in banda e un accesso fuori banda.
  • Il test automatico del dispositivo migliora l'esperienza cliente, garantendo che i dispositivi funzionino come previsto. Il sistema host può richiedere al dispositivo di storage (unità SSD) di eseguire test al fine di garantirne il funzionamento adeguato, tra cui controllo SMART, backup della memoria volatile, integrità NVM e durata dell'unità.
  • La telemetria consente l'accesso a un'ampia gamma di dati archiviati e include il tracciamento e la registrazione intelligenti degli errori. Ciò aumenta l'affidabilità dell'individuazione e dell'attenuamento delle problematiche e supporta cicli di qualifica accelerati, con un conseguente aumento dell'efficienza IT.
  • Sono supportate funzionalità di sicurezza aggiuntive come TCG Opal 2.0, Configurable Namespace Locking, Sanitize e Format NVM.
  • Uno schema di protezione Power-Loss Imminent (PLI) con auto-test integrato offre protezione contro la perdita dei dati in caso di interruzione improvvisa dell'alimentazione. Insieme a uno schema di protezione leader nel settore del percorso dei dati end-to-end,5 le caratteristiche del PLI permettono, inoltre, un'implementazione semplice in data center resilienti nei quali non è tollerato il danneggiamento dei dati a causa di anomalie a livello di sistema.

Leader nel settore della tecnologia NAND

Intel® 3D NAND Technology a 144 strati offre la densità areale6 e la conservazione dei dati migliori nel settore,7 consentendo ai clienti aziendali di scalare con sicurezza gli array di storage per soddisfare le loro esigenze in evoluzione. La rapida adozione di infrastrutture definite da software e iper-convergenti aumenta la necessità di massimizzare l'efficienza, rivitalizzare l'hardware esistente e aumentare l'agilità dei server, mantenendo al contempo l'affidabilità operativa.

I principali produttori di server aziendali hanno risposto adottando appieno le unità SSD basate su PCIe*/NVMe*, caratterizzate da prestazioni scalabili, bassa latenza e innovazione continua. Soddisfare la domanda di carichi di lavoro I/O sempre più complessi, comprese l'IA e l'analisi dei dati, è diventato un elemento centrale per la strategia di ogni impresa.

Panoramica sulle caratteristiche

Modello Unità SSD Intel® D7-P5510
Capacità e fattore di forma U.2 15 mm: 3,84 TB, 7,68 TB
Interfaccia PCIe* 4.0 x4, NVMe* 1.3c
Multimedia Intel® 3D NAND Technology a 144 strati, TLC
Prestazioni R/W sequenziale a 128 K fino a 7000/4194 MB/s
R/W casuale a 4 KB fino a 930 K/190 K IOPS
Resistenza 1 DWPD (fino a 14 PBW)
Affidabilità

UBER: 1 settore per 1017 bit letti

MTBF: 2 milioni di ore

Potenza

Scrittura attiva media massima: 18 W

Inattiva: 5 W

Garanzia Garanzia limitata di 5 anni

Infrastruttura di storage per l'intelligenza artificiale

Accelerare i carichi di lavoro altamente variabili dello storage dell'IA e migliorare l'efficienza dello storage è cruciale per sfruttare appieno il potenziale dell'IA. Scopri come iniziare a costruire una pipeline di storage dei dati di IA accelerata, efficiente e scalabile.

Modernizza il tuo storage per prepararlo all'IA

Unità Solid State Drive Intel®


Scopri le tecnologie in corso di sviluppo destinate a favorire l'innovazione nello storage.

Avvisi e disclaimer8

Configurazioni per le note 1-3: test e configurazione di sistema: Scheda madre: Scheda madre Intel® per server S2600WFT, Versione: R2208WFTZS, BIOS: SE5C620.86B.00.01.0014.070920180847, Architettura della piattaforma: x86_64, CPU: Intel® Xeon® Gold 6140 CPU @ 2,30 GHz, Socket della CPU: 2, Capacità RAM: 32 G, Modello RAM: DDR4, Versione sistema operativo: centos-release-7-5, ID build: 1804, Kernel: 4.14.74, Driver NVMe*: Inbox, Versione FIO: 3.5, Switch PCIe* 4.0 di Microsemi. Le unità P5510 e P5316 sono state testate rispettivamente su firmware JCV10100 e ACV10005.

Informazioni su prodotti e prestazioni

1

Prestazioni di lettura sequenziale fino a due volte superiori - Affermazione basata su unità SSD Intel® D7-P5510 128 KB di lettura sequenziale (7 GB/s) su unità SSD Intel® DC P4510 128 KB di lettura sequenziale (3,20 GB/s). Data del test: ottobre 2020.

2

Latenza migliorata fino al 50% - Affermazione basata su carico di lavoro 4 KB Random 75/25 a 6(9s). L'unità SSD Intel® D7-5510 (1100us) fornisce valori di latenza migliori del 50% rispetto all'unità SSD Intel® DC P4510 (2539us). Data del test: ottobre 2020.

3

IOP del carico di lavoro misto fino al 50% migliore - Affermazione basata su unità SSD Intel® D7-P5510, 7.684 TB 4 KB miste 70/30 (400 K) rispetto a SSD Intel® DC P4510, 8 TB (266 K). Data del test: ottobre 2020.

4

 È possibile conoscere il vantaggio delle unità di overprovisioning con spazi dei singoli nomi ridotti leggendo questo articolo: https://www.intel.com/content/dam/www/public/us/en/documents/white-papers/over-provisioning-nand-based-ssds-better-endurance-whitepaper.pdf.

5

Fonte: Los Alamos. Unità testate alla fonte: Los Alamos Neutron Science Center, https://lansce.lanl.gov/facilities/wnr/index.php. Fattore di accelerazione del neutrone: 10^6. Test eseguito sulle seguenti unità SSD a porta singola: SSD Intel® DC S3520, SSD Intel® DC P3520, SSD Intel® DC P3510, SSD Intel® DC P4500, SSD Intel® DC S4500, SSD Intel® DC P4800X, SSD Intel® D7-P55XX, SSD Intel® D7-P56XX, Samsung PM953, Samsung PM1725, Samsung PM961, Samsung PM863, Samsung PM963, Samsung 860DCT, Samsung PM883, Samsung PM983, Micron 7100, Micron 510DC, Micron 9100, Micron 5100, Micron 5200, HGST SN100, Seagate 1200.2, SanDisk CS ECO, Toshiba XGS e Toshiba Z6000. Assenza di corruzione silente dei dati misurata in unità a porta singola Intel che rappresentano un tempo di misurazione cumulativo superiore a cinque milioni di ore. La radiazione di neutroni viene utilizzata per determinare i tassi di corruzione silente dei dati e come misura dell'efficacia globale della protezione dei dati da end-to-end. Tra le cause di corruzione dei dati in un controller SSD si registrano radiazioni ionizzanti e instabilità della SRAM. Gli errori silenti sono stati misurati durante il run-time e dopo il riavvio in seguito a un “blocco” dell’unità, confrontando i dati attesi con i dati reali restituiti dall'unità. È stata effettuata una proiezione del tasso annuale di corruzione dei dati in base al tasso durante il testing accelerato diviso per l’accelerazione del fascio (vedere lo standard JEDEC JESD89B/C).

6

Fonte: ISSCC 2015, J. Im; ISSCC 2017 R Yamashita; ISSCC 2017 C Kim; ISSCC 2018; H. Maejima; ISSCC 2019 C. Siau.

7

Le misurazioni sono state eseguite su componenti provenienti da unità SSD che utilizzano la tecnologia Floating Gate e Charge Trap Flash. La piattaforma di misura utilizzata è stata la Teradyne Magnum 2 Memory Test Systems, e la programmazione mediante modelli e margini casuali è stata quantificata usando i comandi del cliente. Dati misurati ad agosto 2019.

8

Le prestazioni variano in base all'utilizzo, alla configurazione e ad altri fattori. Per maggiori informazioni, consultare www.Intel.it/PerformanceIndex.

I risultati prestazionali sono basati su test eseguiti nelle date indicate nelle configurazioni e potrebbero non riflettere tutti gli aggiornamenti di sicurezza pubblicamente disponibili. Si veda il backup per i dettagli della configurazione. Nessun prodotto o componente è totalmente sicuro.

Costi e risultati possono variare.

Intel non controlla né verifica dati di terze parti. È necessario consultare altre fonti per valutare la precisione.

Le tecnologie Intel potrebbero richiedere hardware abilitato, software specifico o l'attivazione di servizi.