Intel Wi-Fi 6: un livello completamente nuovo di prestazioni Wi-Fi

Di Eric McLaughlin, Vice Presidente di Client Computing Group e General Manager di Wireless Solutions Group.

WI-FI 6: un percorso verso la connettività senza pari

  • Wi-Fi 6 è il più importante progresso della connettività da oltre un decennio e offre una soluzione fondamentale per soddisfare la crescente domanda di dati e larghezza di banda su più dispositivi. Wi-Fi 6E è stato lanciato di recente e ha cominciato a essere disponibile nei PC dei nostri partner.

  • Il Wireless Solutions Group di Intel sta lavorando per ottimizzare i vantaggi del Wi-Fi 6 innovando i notebook e collaborando con l'ecosistema più ampio per migliorare le esperienze end-to-end.

  • Congiuntamente al 5G, il Wi-Fi 6 apre una nuova era di connettività senza pari per persone e famiglie, lavoratori e imprese, società ed economie.

author-image

di

Abbiamo imparato ad accettare determinate compromessi della connettività quotidiana. Siamo costretti a tollerare videochiamate rallentate, download lenti e la costante battaglia per ottenere velocità superiori. È frustrante, ma troviamo sempre delle soluzioni. Abbassiamo la qualità dei nostri video, attendiamo il buffering dello streaming e coordiniamo i programmi della nostra famiglia per evitare di intasare il Wi-Fi. Accettiamo questi problemi come inevitabili.

Ma non lo sono. Si tratta di problemi tecnici e stiamo sviluppando soluzioni tecniche.

La nostra missione in Intel è creare tecnologie che consentano le esperienze più importanti e siamo ottimisti sul futuro. Perché il Wi-Fi 6 è ora pronto per fornirci gli strumenti per una connettività senza precedenti, senza compromessi.

La sfida: dati, esigenze e densificazione

Il fulcro della sfida di oggi è la differenza tra le nostre vite sempre più connesse e la nostra architettura Wi-Fi sempre più obsoleta.

Da anni, persone e aziende hanno aumentato costantemente i loro dati e le esigenze di connettività wireless su più dispositivi. Ora lavoriamo e impariamo da remoto, giochiamo online, eseguiamo lo streaming di video ultra HD, facciamo videochiamate e molto altro, contemporaneamente, sulla stessa rete Wi-Fi affollata o "densa". Il COVID-19 ha accelerato questa tendenza e, nella prima metà del 2020, il traffico Internet globale è aumentato del 38% e dell'80% il traffico video, sociale e gaming.1

Per ulteriori informazioni sulla soluzione di connettività Intel, visitare questa pagina.

Con il numero crescente di utenti Internet, abbiamo bisogno di un Wi-Fi più rapido, più affidabile e con minore latenza per soddisfare queste esigenze, ora e in futuro. Entro il 2023 si stima che ci saranno 5,3 miliardi di utenti Internet in tutto il mondo2 e oltre il 60% del traffico mobile sarà scaricato tramite Wi-Fi quest'anno.3 A quel punto, il Wi-Fi offrirà un contributo da 3,5 trilioni di dollari all'economia globale, una cifra maggiore del PIL del Regno Unito.4 5

Eppure, stiamo ancora facendo affidamento sul Wi-Fi 5 (802.11ac), che è stato lanciato nel 2013 e utilizza la stessa architettura del Wi-Fi 4 (802.11n) del 2007. Non solo la tecnologia è obsoleta, ma è anche esploso il numero di dispositivi connessi. Il 51% del traffico IP del 2022 sarà da dispositivi Wi-Fi e il 59% dei dati mobili nel 2022 sarà scaricato su Wi-Fi.6

Abbiamo portato la nostra vita e il nostro lavoro in un mondo online, ma molte delle infrastrutture Wi-Fi non sono aggiornate. Di conseguenza, le persone e le aziende stanno avendo problemi con velocità lente, prestazioni incoerenti e un'alta latenza, i compromessi tipici della connettività wireless.

La nostra visione per il Wi-Fi 6

Adesso abbiamo uno strumento potente per affrontare queste sfide. Si tratta del Wi-Fi 6: uno sviluppo fondamentale nella connettività wireless nell'ultimo decennio.

Intel sta lavorando per ottimizzare i vantaggi del Wi-Fi 6, il quale risolve diversi problemi fondamentali. Può suddividere la rete Wi-Fi in più segmenti di minori dimensioni e utilizzare la pianificazione dei dati e del tempo per gestire meglio molti dispositivi diversi, e può anche eseguire il 20% di dati in più in streaming. Ciò consente il quadruplo della capacità per una maggiore affidabilità su reti dense,7 fino al 75% di latenza in meno per una maggiore reattività,8 e velocità di circa il 40% superiori.9

Per sfruttare al meglio il Wi-Fi 6, abbiamo bisogno delle innovazioni e delle collaborazioni giuste:

  • Innovazione a livello edge. Non tutti i prodotti Wi-Fi 6 sono uguali. Intel ha sviluppato Intel Wi-Fi 6 (Gig+), che include il supporto per canali più ampi e opzionali da 160 MHz e può raggiungere i 1.680 Mbps di velocità Wi-Fi, il doppio degli 840 Mbps sul Wi-Fi 6 2x2 standard a 80 MHz e circa il triplo dei 600 Mbps su 2X2 AC standard a 80 MHz.10 I prodotti Intel Wi-Fi 6 (Gig+), congiuntamente ai router e ai punti di accesso analogamente abilitati, sono inoltre in grado di eliminare i "rumori" dai segnali vicini provenienti da altri dispositivi e reti, migliorando l'affidabilità e le prestazioni in ambienti densi.
  • Ottimizzazione delle reti. La suite di tecnologie Intel per notebook e dispositivi IoT ci consente di ottimizzare le prestazioni su reti con molti punti di accesso e dispositivi Wi-Fi diversi, come gli uffici. Ad esempio, laddove le aziende utilizzano la piattaforma vPro integrata di Intel progettata per le aziende, siamo in grado di offrire una sicurezza wireless WPA3 di nuova generazione con password semplificate e crittografia più potente, velocità più elevate per la condivisione dei file e applicazioni cloud, nonché miglioramenti complessivi in termini di scalabilità, affidabilità, sicurezza e prestazioni.
  • Costruire le collaborazioni dell'ecosistema e definire gli standard. Intel sta collaborando con i partner OEM per ottimizzare il Wi-Fi 6 su notebook e dispositivi IoT, nonché sta cooperando con l'ecosistema più ampio per risolvere le sfide a livello di sistema. Stiamo collaborando con aziende software, fornitori hardware ed enti di normazione e regolamentazione quali FCC, IEEE, Wi-Fi Alliance e Wireless Broadband Alliance per contribuire a definire gli standard e a garantire l'interoperabilità.

Uno sguardo al futuro: Wi-Fi 6E e 5G

[6 GHz è] un'opportunità unica nella sua generazione di soddisfare questa domanda in costante aumento di capacità Wi-Fi e persino di andare oltre ciò che i clienti ritengono possibile con le applicazioni e i servizi".

- Presidente FCC Ajit Pai, aprile 2020

Intel sta inoltre pianificando i progressi futuri che ottimizzeranno i vantaggi dello standard Wi-Fi 6, come il Wi-Fi 6E. Arrivando alle piattaforme Intel a inizio 2021, Wi-Fi 6E sfrutterà le regole della FCC (Federal Communications Commission) di riferimento che aprono un nuovo e pulito spettro di 6 GHz per un uso esente da licenza negli Stati Uniti. Tutto ciò è parte di una tendenza più ampia, poiché paesi come il Regno Unito e la Corea del Sud stanno effettuando cambiamenti simili. Laddove oggi abbiamo dei limiti di 2,4 GHz e 5 GHz, l'aggiunta di questa terza banda di 6 GHz ridurrà la congestione della rete e aumenterà la capacità complessiva del Wi-Fi.

Negli Stati Uniti, la banda a 6 GHz sarà più del doppio dello spettro Wi-Fi esistente, con molti più canali a 160 MHz, e questo spettro sarà disponibile solo per i nuovi prodotti Wi-Fi 6E. Svincolato dai dispositivi e reti Wi-Fi preesistenti, il Wi-Fi 6E a 6 GHz contribuirà a rendere possibili velocità Wi-Fi Gigabit ed esperienze mainstream a bassissima latenza.

Le soluzioni SW di Rivet sono basate sui nostri prodotti Wi-Fi leader nel settore e consentono la modalità QoS, la selezione avanzata e automatizzata dei punti di accesso e altre funzionalità progettate per anticipare ed scavalcare le tipiche sfide della rete domestica, in ufficio e in altri luoghi in cui vengono utilizzati i PC. Siamo entusiasti di aggiungere queste funzionalità alla piattaforma Intel Evo, vPro, al gaming e ad altri segmenti nel 2021.

Infine, Intel sta inoltre pianificando il modo in cui Wi-Fi e 5G possano collaborare. Sebbene il 5G abbia ricevuto più attenzione da parte della stampa, le nostre future esigenze di connettività richiederanno un funzionamento fluido di entrambe le soluzioni.

Insieme, queste tecnologie possono aprire il prossimo capitolo della connettività. Con le giuste innovazioni, contribuiranno a migliorare la nostra vita quotidiana, assicureranno un funzionamento aziendale fluido e consolideranno le fondamenta del nostro mondo virtuale.

Informazioni su prodotti e prestazioni

1

Presentazione della rivoluzione Wi-Fi 6.

6

Circa 700 milioni di dispositivi Wi-Fi (2007): ABI 2Q2019 mercati di riferimento del segmento tecnologia a connettività wireless (MD-WCMT-179) Tabella 30 "Dispositivi abilitati al Wi-Fi, totale spedizioni annuali e cumulative, mercati mondiali, Previsione: dal 2000 al 2024 (693 milioni di unità).

Circa 9,8 miliardi di dispositivi Wi-Fi 2019: ABI 2Q2019 Mercati di riferimento del segmento tecnologia a connettività wireless (MD-WCMT-179) Tabella 30 "Dispositivi abilitati al Wi-Fi, totale spedizioni annuali e cumulative, mercati mondiali, Previsione: dal 2000 al 2024 (9.833 milioni di unità).

Circa 81 milioni di TB del traffico IP globale 2007: Indice Cisco Visual Networking Giu-2016 –Previsioni e metodologia, 2007–2012. Tabella 1. Traffico IP globale 2006-2012 (6.577 PB al mese = 80.818.176 TB/A).

Circa 2,5 miliardi di TB del traffico IP globale 2019: Feb-2019 Indice Cisco Visual Networking: Previsioni e tendenze, White Paper 2017 - 2022. Figura 1. Il VNI Cisco prevede 396 EB al mese di traffico IP entro il 2022 (2019 201 EB al mese = 2.469.888.000 TB/A).

Circa 35 milioni di TB di traffico IP globale 2007: Indice Cisco Visual Networking Giu-2008 –Previsioni e metodologia, 2007–2012. Tabella 3. Traffico Internet di consumo globale 2006-2012 (Video = 25+647+99) + pagina 6 Peer to Peer video = 65% di P2P = (0,65*1747 = 1136) + Tabella 11. Traffico IP non-Internet di consumo globale 2006-2012 965 PB/M) = 2.869 PB/M rispetto alla Tabella 1. Traffico IP globale 2006-2012 Traffico IP totale = 6.577 PB/M = 44% e 35.248.742 TB/A.

Circa 1,8 miliardi di TB del traffico video globale 2019: Feb-2019 Indice Cisco Visual Networking: Previsioni e tendenze, White Paper 2017 - 2022. Figura 13. Traffico IP globale per categoria di applicazioni, porzione video 2019 = 150 EB/M = 1.843.200 TB/A.

13.802.11AC quasi 3 volte più veloce: lo standard 802.11ac 2×2 a 80 MHz consente una velocità massima di trasmissione dei dati teorica di 867 Mbps, circa tre volte (2,9 volte) più veloce dello standard 802.11agn 2×2 a 40 MHz (30 Mbps), come documentato nelle specifiche dello standard wireless IEEE 802.11, richiede inoltre l'uso di router di rete wireless 802.11ac con configurazione simile.

7

Capacità/scalabilità fino a 4 volte superiori: questa affermazione si basa su un confronto della capacità di rete complessiva tra reti di dimensioni simili, 802.11ax vs. 802.11ac. L'emendamento della specifica IEEE 802.11-14/0165r1 802.11AX definisce modifiche standardizzate sia ai livelli fisici (PHY) IEEE 802.11 che al livello Medium Access Control (MAC) IEEE 802.11 che abilitano almeno una modalità operativa in grado di supportare un miglioramento di almeno quattro volte del throughput medio per stazione (misurato nel punto di accesso del servizio dati MAC) in uno scenario di implementazione densa, mantenendo o migliorando l'efficienza energetica per ogni stazione. Per ulteriori dettagli, consultare: https://mentor.ieee.org/802.11/dcn/14/11-14-0165-01-0hew-802-11-hew-sg-proposed-par.docx.

8

Riduzione della latenza fino al 75%: il calcolo è basato su dati di simulazioni condotte da Intel (79%) sullo standard 802.11ax con e senza OFDMA utilizzando 9 client. La latenza media senza OFDM è di 36 ms, con OFDMA, la latenza media si riduce fino a 7,6 ms. Il miglioramento della latenza richiede che il router 802.11ax (Wi-Fi 6) e tutti i client supportino OFDMA.

9

Quasi il 40% più veloce: le affermazioni relative a Intel® Wireless-AX sono basate sul confronto (39%) di velocità teoriche massime dei dati previste per un flusso spaziale 802.11ax doppio a 80 MHz (1201 Mbps) rispetto a soluzioni Wi-Fi 802.11ac a 80 MHz con flusso spaziale doppio (867 Mbps), come documentato nelle specifiche dello standard wireless IEEE 802.11ax bozza 2.0 e IEEE 802.11, richiedono inoltre l’uso di router di rete wireless 802.11ax configurati in modo simile.

10

Wi-Fi 6 quasi 3 volte più veloce: lo standard 802.11ax 2×2 a 160 MHz consente una velocità massima di trasmissione dei dati teorica di 2402 Mbps, circa tre volte (2,8 volte) più veloce dello standard 802.11ac 2×2 a 80 MHz (867 Mbps), come documentato nelle specifiche dello standard wireless IEEE 802.11, richiede inoltre l'uso di router di rete wireless 802.11ax con configurazione simile.