La piattaforma che guarda al futuro per servizi digitali agili

Rendere possibile la trasformazione del mondo digitale
Nel mondo digitale in evoluzione, le tendenze delle tecnologie rivoluzionarie ed emergenti nei settori aziendale, industriale, scientifico e dell’intrattenimento influiscono sempre più sulle economie mondiali. Entro il 2020, il successo di metà delle aziende Global 2000 a livello mondiale dipenderà dalla loro capacità di creare prodotti, servizi ed esperienze digitalmente ottimizzati,1 e le grandi organizzazioni si aspettano di riscontrare una crescita dell’80% dei flussi di reddito digitali,2 il tutto grazie ai progressi tecnologici e ai modelli di utilizzo che sono in grado di abilitare.

La piattaforma scalabile Intel® Xeon® fornisce le fondamenta per una potente piattaforma data center che consente un balzo in avanti evolutivo a livello di agilità e scalabilità.

La trasformazione globale sta facendo crescere rapidamente la domanda di computing, networking e storage flessibili. I carichi di lavoro del futuro avranno bisogno di infrastrutture in grado di scalare in modo fluido per supportare una reattività immediata e diversificare ampiamente i requisiti prestazionali. La crescita esponenziale della creazione e del consumo di dati, la rapida espansione del computing su scala cloud, l’emergere delle reti 5G e l’estensione dell’High Performance Computing (HPC) e dell’intelligenza artificiale (AI) a nuovi utilizzi richiedono che i data center e le reti di oggi evolvano rapidamente, oppure rischiano di restare indietro in un ambiente altamente competitivo. Questa domanda sta plasmando l’architettura di data center e reti moderni, a prova di futuro, caratterizzati da flessibilità e scalabilità in tempi rapidi.

La piattaforma scalabile Intel® Xeon® fornisce le fondamenta per una potente piattaforma data center che consente un balzo in avanti evolutivo a livello di agilità e scalabilità. Grazie ad una progettazione rivoluzionaria, questi processori innovativi sono destinati a stabilire un nuovo livello di convergenza e di capacità della piattaforma a livello di computing, storage, memoria, networking e sicurezza. Le imprese e i provider di servizi cloud e di comunicazioni possono ora portare avanti le iniziative digitali più ambiziose con una piattaforma ricca di funzionalità ed estremamente versatile.

Visualizzate l'infografica ›

Rendere possibili efficienze superiori e TCO inferiore
Attraverso le infrastrutture, dalle applicazioni enterprise al computing tecnico, la piattaforma scalabile Intel® Xeon® è progettata per modernizzare i data center e garantire l’efficienza operativa, con il conseguente miglioramento dei costi di gestione complessivi (TCO) e una produttività superiore per gli utenti. I sistemi realizzati a partire dalla piattaforma scalabile Intel® Xeon® sono progettati per garantire servizi agili e ridurre il TCO fino al 65%3 4, grazie alla diminuzione dei costi legati alle licenze del software e del sistema operativo, all’acquisizione, al mantenimento e all’infrastruttura.

La virtualizzazione delle aziende è in costante ascesa da un decennio. La maggior parte delle organizzazioni ne ha tratto vantaggio in qualche modo, con una maggiore necessità di eseguire macchine virtuali (VM) nei data center.  La piattaforma scalabile Intel® Xeon® consente un numero di VM 4,2 volte superiore5 per server rispetto alle generazioni precedenti, consentendo ai reparti IT di migliorare il consolidamento di più server con meno hardware.

Prestazioni pervasive e rivoluzionarie
Dalla nuova architettura Intel® Mesh e dal notevole ampliamento delle risorse fino alle nuove tecnologie integrate per l’accelerazione hardware, la piattaforma scalabile Intel® Xeon® rende possibile un nuovo livello di prestazioni costanti, pervasive e rivoluzionarie.

Confrontando la piattaforma scalabile Intel® Xeon® sia con sistemi basati su processori Intel® Xeon® di 4 anni fa sia di ultima generazione, la nuova generazione di CPU Intel offre prestazioni e funzionalità migliori per aziende, cloud, comunicazioni e HPC.5 6 7 8 9 10 11 12

Ottimizzazioni fondamentali:

  • Prestazioni superiori per core: fino a 28 core per alte prestazioni e scalabilità per carichi di lavoro ad elaborazione intensiva per utilizzi di computing, storage e networking.
  • Maggiore larghezza di banda/capacità di memoria: incremento del 50% della larghezza di banda e della capacità della memoria. Sei canali di memoria rispetto ai quattro canali della generazione precedente per carichi di lavoro ad uso intensivo di memoria.
  • I/O ampliato: 48 linee di larghezza di banda PCIe* 3.0 e throughput per carichi di lavoro impegnativi ad uso intensivo di I/O.
  • Intel® Ultra Path Interconnect (Intel® UPI): fino a tre canali Intel® UPI per migliorare la scalabilità della piattaforma fino a 8 socket e per ottimizzare la larghezza di banda tra le CPU per carichi di lavoro ad uso intensivo di I/O rispetto alla precedente generazione13 (con Intel® QuickPath Interconnect (Intel® QPI)). Intel UPI offre l’equilibrio perfetto tra throughput migliorato ed efficienza energetica.
  • Intel® Advanced Vector Extensions 512 (Intel® AVX-512): con il doppio di flops per ciclo di clock rispetto a Intel® Advanced Vector Extensions 2 (Intel® AVX2) di precedente generazione, Intel® AVX-512 incrementano le prestazioni e il throughput per le attività di elaborazione maggiormente impegnative con applicazioni come modellazione e simulazioni, analisi dei dati e apprendimento automatico, compressione dei dati, visualizzazione e creazione di contenuti digitali.
  • Sicurezza senza compromessi: il sovraccarico della crittografia vicino allo zero14 consente prestazioni superiori con tutte le transazioni sicure dei dati.

Integrazione innovativa
Le nuove integrazioni della piattaforma offrono miglioramenti a livello di prestazioni e latenza in tutta l’infrastruttura:

  • Host Fabric Interface integrata dell’architettura Intel® Omni-Path (Intel® OPA): fabric ad elevata larghezza di banda end-to-end e bassa latenza che ottimizza le prestazioni e semplifica l’implementazione di cluster HPC, eliminando la necessità di una scheda di interfaccia fabric host dedicata. Integrata nel package della CPU.
  • Tecnologia Intel® QuickAssist (Intel® QAT) integrata: accelerazione hardware basata su chipset per la compressione crescente e i carichi di lavoro crittografici per una maggiore efficienza, oltre al miglioramento del trasporto e della protezione dei dati su server, storage e infrastruttura di rete.
  • Connettività Ethernet Intel® integrata con iWARP* RDMA* scalabile: fornisce fino a quattro porte Ethernet 10 Gbps ad alta velocità per throughput elevato dei dati e carichi di lavoro a bassa latenza. Ideale per soluzioni di storage definite tramite software, soluzioni NVM Express* su fabric e migrazioni di macchine virtuali. Integrata nel chipset.

Host Fabric Interface integrata dell’architettura Intel® Omni-Path (Intel® OPA) è un fabric ad elevata larghezza di banda end-to-end e a bassa latenza che ottimizza le prestazioni e semplifica l’implementazione di cluster HPC.

Supporto di storage leader del settore
Le innovazioni a livello di storage possono apportare miglioramenti significativi in termini di efficienza e prestazioni dei carichi di lavoro ad uso intensivo di dati.

  • Supporto di SSD Intel® Optane™ e di unità SSD NAND 3D Intel®: offre una combinazione leader di settore di throughput elevato, bassa latenza, livelli elevati di qualità di servizio (QoS) e una resistenza straordinaria per eliminare i colli di bottiglia di accesso ai dati.
  • Implementate storage di nuova generazione con fiducia grazie a Intel® Volume Management Device (Intel® VMD): consentono la sostituzione a caldo degli SSD NVMe dal bus PCIe senza dover arrestare il sistema, mentre la gestione standardizzata a LED consente l’identificazione più rapida dello stato delle unità SSD. Questa funzionalità introduce caratteristiche aziendali di affidabilità, disponibilità e facilità di manutenzione (RAS - Reliability, Availability, Serviceability) negli SSD NVMe, consentendo di implementare storage di nuova generazione in tutta sicurezza.
  • Intel® Intelligent Storage Acceleration Library (Intel® ISA-L): ottimizza le operazioni di storage, come la crittografia, per migliorarne le prestazioni.
    • Hashing crittografico degli algoritmi SHA fino a 3,1 volte più veloce utilizzando Intel® AVX-512.15
    • Velocità dell’algoritmo fino a 1,2 volte superiore per AES-128-GCM.15
    • Prestazioni Reed Solomon Erasure Code fino a 2 volte più veloci utilizzando Intel® AVX-512.15

Offerte complementari per prestazioni e scalabilità ancora maggiori
Intel offre un ampio portafoglio hardware e software a complemento di questi nuovi processori.

  • Il processore Intel® Xeon Phi™ è una soluzione ideale per applicazioni altamente parallele, come addestramento di apprendimento automatico, simulazione e visualizzazione.
  • Gli Intel® FPGA offrono un’accelerazione efficiente16 unitamente alla flessibilità che deriva dall’utilizzo di hardware programmabile per applicazioni a bassa latenza, come lo switching virtuale, i servizi di rete, l’analisi dei dati e l’intelligenza artificiale.
  • Una gamma di strumenti e librerie software per l’elaborazione generica e altamente parallela consente agli sviluppatori di ottimizzare le applicazioni per l’architettura Intel®.

Affidabilità migliorata della piattaforma
L’affidabilità e la protezione di dati e piattaforma rappresentano gravi preoccupazioni per le imprese che si misurano con problemi e necessità di controllo relativamente alla sicurezza e alla privacy dei dati. La piattaforma scalabile Intel® Xeon® consente di realizzare infrastrutture altamente affidabili con protezione dei dati, resilienza e uptime della piattaforma.

Protezione dei dati e affidabilità migliorate con ogni tipo di carico di lavoro:

  • Tecnologia Intel® Run Sure ottimizzata: i nuovi avanzamenti offrono caratteristiche RAS (affidabilità, disponibilità e facilità di manutenzione) avanzate e uptime del server per i carichi di lavoro aziendali maggiormente critici. Capacità assistite tramite hardware, tra cui MCA migliorato, ripristino e correzione di errori multi-dispositivo adattiva, diagnosi e ripristino da errori irreversibili precedenti. Contribuiscono anche all’integrità dei dati all'interno del sottosistema della memoria.
  • Tecnologia Intel® Key Protection (Intel® KPT) con Intel® QAT e tecnologia Intel® Platform Trust (Intel® PTT) integrate: offre sicurezza della piattaforma ottimizzata tramite hardware fornendo chiavi efficienti e protezione dei dati a riposo, durante l’utilizzo e i trasferimenti.
  • Tecnologia Intel® Trusted Execution (Intel® TXT) con attivazione one-touch: maggiore sicurezza della piattaforma, che consente al contempo l’implementazione semplificata e scalabile di Intel TXT.

Dal momento che i carichi di lavoro ad alto contenuto di dati passano nei data center, questa serie completa di funzionalità migliorate tramite hardware introduce meccanismi di protezione ottimizzati a livello di dati e di piattaforma, per servizi affidabili negli ambienti cloud ed enterprise.

I processori Intel® Xeon® offrono prestazioni costanti per carichi di lavoro diversificati

 

Quali sono gli aspetti più importanti?

Vantaggi della piattaforma scalabile Intel® Xeon®

Aziende e cloud

Minimizzare la complessità con un’infrastruttura compatibile per la virtualizzazione

Rispettare i severi accordi sul livello di servizio (SLA) dei clienti

Implementazione rapida. Le VM Intel possono coesistere con altri server basati su tecnologia Intel®.

Tempi di risposta rapidi.

HPC

Massimizzazione delle prestazioni in virgola mobile dei vettori e dell'efficienza

Prestazioni elevate con un minor numero di server

Storage

Assicura reattività di storage deterministica

Prestazioni deterministiche Core, cache, memoria, I/O in un unico die.

Comunicazioni

Efficienza nel fornire servizi diversificati

Efficienza incredibile e accelerazione hardware da una piattaforma con le funzionalità richieste per l’elaborazione di applicazioni, controllo, pacchetti e segnali.

Fornitura di servizi dinamica e altamente efficiente
La convergenza di prestazioni ottimizzate per elaborazione, memoria, networking e storage, combinata con le ottimizzazioni dell’ecosistema software, rende la piattaforma scalabile Intel® Xeon® la piattaforma ideale per data center pienamente virtualizzati definiti tramite software che effettuano dinamicamente e automaticamente il provisioning delle risorse – in sede, sulla rete e nel cloud pubblico – in base alle esigenze dei carichi di lavoro.

Strumenti e tecnologie potenti per data center agili:

  • Nuove funzionalità di Intel® VT-x:
    • Virtualizzazione Mode Based Execution Control (MBEC): offre un livello supplementare di protezione dagli attacchi malware in un ambiente virtualizzato consentendo agli hypervisor di verificare con una maggiore affidabilità e rinforzare l’integrità del codice a livello kernel.
    • Virtualizzazione Timestamp Counter Scaling (TSC): fornisce l’ottimizzazione del carico di lavoro in ambienti cloud ibridi consentendo alle macchine virtuali di spostarsi tra le varie CPU funzionando a diverse frequenze di base.
  • Intel® Node Manager 4.0: aiuta i reparti IT a gestire e a ottimizzare in modo intelligente potenza, raffreddamento e risorse di computing nei data center, massimizzando l’efficienza e riducendo al contempo le possibilità di costosi surriscaldamenti.

Piattaforme solide e performanti per il cloud ibrido e le aziende potenziate dai dati
Le imprese non vedono l’ora di estrarre valore dall’esplosione dei flussi di dati che si rendono disponibili, per ottenere rapidamente informazioni in grado di plasmare le iniziative aziendali. Le applicazioni tradizionali ed emergenti a livello enterprise, tra cui l’analisi predittiva, l’apprendimento automatico e l’HPC, richiedono nuovi livelli di potenti capacità di elaborazione e notevoli volumi per lo storage di dati multilivello. Il data center moderno è stato progettato utilizzando un approccio convergente e olistico in grado di offrire nuovi servizi e migliorare il TCO relativo alle risorse dell’infrastruttura, offrendo una rampa di accesso fluida e scalabile per un data center ibrido con gestione autonoma.

Inoltre, le organizzazioni che si basano sui carichi di lavoro fondamentali per le aziende come l’OLTP e l’infrastruttura Web, cercano di ridurre il TCO con infrastrutture dalle prestazioni superiori.

La piattaforma scalabile Intel® Xeon® offre capacità aziendali di nuova generazione attraverso una piattaforma a prova di futuro, adatta a un’era basata su cloud ibrido e potenziata dai dati, che in più consente di migliorare le operazioni quotidiane con il 58% in più di richieste al secondo con carichi di lavoro di runtime.17 Questa piattaforma versatile introduce livelli rivoluzionari di prestazioni di elaborazione, abbinati a memoria e progressi in termini di I/O, fino ad applicazioni ad uso intensivo di elaborazione e sensibili alla latenza. Se combinate con l’innovativa famiglia di unità SSD Intel® per data center, adatta alla gestione di grandi volumi di dati per storage, caching e memoria, le piattaforme basate sui processori scalabili Intel® Xeon® sono pronte per soddisfare le pressanti richieste dell’era del cloud e dei dati. 

Con un portafoglio scalabile di opzioni di packaging per rispondere ai requisiti di diversi carichi di lavoro, la piattaforma Intel® Xeon® è una potente soluzione ad elevate prestazioni progettata per implementare infrastrutture virtualizzate altamente efficienti per l’elaborazione, lo storage e il networking.

Punti principali per l’innovazione aziendale:

  • Fino a 28 core ad elevate prestazioni, 6 canali di memoria e 48 linee PCIe* 3.0
  • Fino a 3 canali Intel UPI
  • Supporto di SSD Intel® Optane™ e SSD NAND 3D Intel®
  • Tecnologia Intel® Run Sure ottimizzata

Se abbinati con il Data Plane Development Kit (DPDK) e Intel QAT, questi nuovi processori sono in grado di potenziare le prestazioni di rete, consentendo ai provider di servizi di gestire un traffico più intenso per far crescere i servizi (e i ricavi) e di metterli in condizione di prepararsi per il 5G.18 19 20

Piattaforma di nuova generazione per reti ottimizzate per il cloud e predisposte per il 5G e per reti virtuali di prossima generazione
L’era imminente del 5G renderà possibili ecosistemi e categorie di servizi consumer ed enterprise interamente nuovi, unitamente ad applicazioni multimediali su reti wireless e cablate. Questi casi d’uso innovativi ad alto contenuto di dati, basati sull’Internet delle cose (IoT), sul computing visuale e sull’analisi, rappresentano opportunità significative in prospettiva futura per far crescere il fatturato dei provider di servizi di comunicazioni (CommSP). 

La transizione da un’infrastruttura appositamente costruita con funzioni fisse a una nuova generazione di reti aperte è il primo passo essenziale per preparare un mondo abilitato al 5G. Il networking definito tramite software con la virtualizzazione delle funzioni di rete (NFV) abilita nuove opportunità di servizi ed efficienza operativa per i provider dei servizi di comunicazione e per le imprese. L’utilizzo di server standard di settore, flessibili e ottimizzati e di funzionalità di rete virtualizzate e orchestrate consentirà alle infrastrutture a prova di futuro di offrire servizi innovativi con efficienza e facilità. 

Queste reti di comunicazioni distribuite possono supportare livelli estremi di scalabilità, agilità, programmabilità e sicurezza per un volume sempre crescente di carichi di lavoro di networking, dal centro alla periferia della rete. 

La piattaforma scalabile Intel Xeon è la base della piattaforma di prossima generazione per realizzare reti virtualizzate, ottimizzate per il cloud e predisposte per il 5G. Offre un’architettura in grado di scalare e adattarsi facilmente per gestire la domanda di applicazioni e servizi emergenti e la convergenza di carichi di lavoro fondamentali, come applicazioni e servizi, elaborazione di control plane, elaborazione di pacchetti ad alte prestazioni ed elaborazione del segnale. Questi nuovi processori offrono una solida base per reti agili in grado di funzionare con l’economia cloud, essere altamente automatizzate e reattive e supportare un’offerta rapida e più sicura di servizi nuovi e migliorati, abilitati dal 5G.

Punti principali per l’innovazione dei fornitori di servizi di comunicazioni

  • Accelerazione basata su hardware per crittografia e compressione utilizzando la tecnologia Intel® QAT integrata
  • Ethernet Intel integrato
  • Gli FPGA Intel massimizzano la versatilità dell’infrastruttura delle comunicazioni.
  • Intel KPT con tecnologie Intel QAT e Intel PTT integrate
  • Intel TXT con attivazione one-touch

Ulteriori risorse ottimizzate per i fornitori di servizi di comunicazioni
Il Data Plane Development Kit (DPDK) open source consente operazioni di comunicazione ottimizzate su architettura Intel. Il DPDK ha dimostrato la capacità di scalare le prestazioni man mano che crescono il conteggio dei core e le performance del processore; carichi di lavoro come Vector Packet Processing (VPP) IPSec traggono vantaggio da queste prestazioni migliorate. Inoltre, queste librerie offrono meccanismi pre-ottimizzati per consentire nuove capacità al processore (come Intel AVX-512 e le migliorie in termini di memoria e I/O) per poter usare la nuova funzionalità al fine di ottenere migliori prestazioni nell’elaborazione dei pacchetti, con un minore impegno per lo sviluppo diretto.

Intel offre programmi come Intel® Network Builders University, ideali per l’evoluzione della rete nell’era del 5G. Con la guida alle soluzioni e la formazione nell’ambito di questi programmi, i provider di servizi di comunicazioni possono portare avanti le iniziative della trasformazione di rete con maggiore fiducia.

La piattaforma scalabile Intel® Xeon® offre prestazioni migliorate con 13 carichi di lavoro HPC tipici.

HPC rivoluzionario e innovazione per l’analisi dei dati ad elevate prestazioni
Le scoperte scientifiche di oggi sono alimentate da algoritmi innovativi, nuove fonti e volumi di dati, oltre ai progressi nei settori del computing e dello storage. Sfruttando i volumi in espansione esponenziale e la varietà di dati, i cluster HPC sono anche il motore per carichi di lavoro con analisi dei dati ad alte prestazioni, per scoperte incredibili ed estrazione di informazioni strategiche per la comprensione a livello di azienda e umano. L’apprendimento automatico, il deep learning e l’intelligenza artificiale aggregano straordinarie capacità di elaborazione con il flusso di dati per offrire applicazioni di nuova generazione come i sistemi autonomi e le auto che si guidano da sole.

La piattaforma scalabile Intel Xeon fornisce una piattaforma comune per l’intelligenza artificiale con un throughput elevato per inferenza e addestramento: inferenza fino a 18 volte superiore 21 e addestramento fino a 19 volte superiore22 rispetto a sistemi di quattro anni fa.

L’HPC non è più solo il dominio delle grandi istituzioni scientifiche. Le imprese stanno consumando sempre più un enorme numero di cicli di elaborazione HPC; alcuni dei cluster HPC più grandi al mondo si trovano in società private di gas e petrolio. La ricerca nel campo della medicina personalizzata applica l’HPC a piani di trattamento altamente focalizzati. Le nuove installazioni HPC comprendono architetture convergenti innovative per utilizzi non tradizionali che associano simulazione, intelligenza artificiale, visualizzazione e analisi in un solo supercomputer.

Le piattaforme HPC, dai cluster più piccoli ai supercomputer più grandi, richiedono un equilibrio tra elaborazione, memoria, storage e rete. La piattaforma scalabile Intel Xeon è stata progettata per rendere disponibile e abilitare tale equilibrio con una scalabilità enorme, fino a decine di migliaia di core. Dal conteggio dei core migliorato all’architettura mesh fino alle tecnologie di nuova integrazione e al supporto per la memoria Intel® Optane™ e per i dispositivi di storage, la piattaforma scalabile Intel Xeon abilita gli obiettivi definitivi dell’HPC: massimizzare le prestazioni attraverso il computing, la memoria, lo storage e il networking senza indurre colli di bottiglia in corrispondenza dell’intersezione di risorse.

L’integrazione dell’architettura Intel Omni-Path, un fabric end-to-end ad alte prestazioni, nella piattaforma scalabile Intel Xeon offre prestazioni e scalabilità migliorate per cluster di computing parallelo distribuiti. Una scalabilità quasi lineare fino a 32 nodi consente a grandi soluzioni HPC di non essere inibite dall’interconnessione. Inoltre la piattaforma scalabile Intel Xeon offre prestazioni complessive 1,63 volte migliori rispetto ai processori Intel Xeon della generazione precedente con 13 carichi di lavoro HPC tipici utilizzati nell’ambito delle scienze e dei servizi finanziari.23 La piattaforma scalabile Intel Xeon e l’architettura Omni-Path possono consentire nuove scoperte e soluzioni più veloci per carichi di lavoro altamente paralleli in molti data center.

Punti principali per l’innovazione HPC:

  • Intel Ultra Path Interconnect
  • Intel Advanced Vector Extensions 512
  • Host Fabric Interface integrata dell’architettura Intel Omni-Path
  • Supporto di SSD Intel® Optane™ e SSD NAND 3D Intel®

Ulteriori tecnologie per HPC, HPDA e AI:

  • I processori Intel® Xeon Phi™ serie 7200 avviabili, con architettura Many Integrated Core (MIC), sono una soluzione ideale per carichi di lavoro altamente paralleli, come addestramento di apprendimento automatico, simulazione e visualizzazione.
  • Un’ampia gamma di strumenti software ad elevata produttività, librerie ottimizzate, moduli di base fondamentali e framework flessibili per il computing generico e altamente parallelo consentono di semplificare i carichi di lavoro e di aiutare gli sviluppatori a creare programmi che ottimizzano le capacità dell’architettura Intel per HPC e intelligenza artificiale.
  • Le ottimizzazioni per i più diffusi framework per il deep learning, tra cui Neon*, Caffe*, Theano*, Torch* e TensorFlow*, offrono valore e prestazioni ottimizzate per gli scienziati dei dati.
  • Intel® Parallel Studio XE 2017 include librerie di prestazioni, come Intel® Math Kernel Library for Deep Neural Networks (Intel® MKL-DNN) per accelerare i framework di deep learning su IA, e Intel® Data Analytics Acceleration Library (Intel® DAAL) per velocizzare l’analisi dei big data.

Risorse ottimizzate per l’HPC
Per continuare a far progredire le scoperte attraverso l’HPC nell’era dell’exascale, il programma Intel® Modern Code Developer offre a sviluppatori e scienziati dei dati sessioni tecniche online e dal vivo facilmente accessibili su tecniche come la vettorizzazione, la memoria e il layout dei dati, il multithreading e la programmazione multinodo.

Informazioni su prodotti e prestazioni

3

I risultati dei benchmark sono stati ottenuti prima dell'implementazione delle patch software e degli aggiornamenti firmware più recenti volti a risolvere gli exploit denominati "Spectre" e "Meltdown". Con l'implementazione di tali aggiornamenti i risultati potrebbero non essere applicabili al dispositivo o al sistema in uso.

Il software e i carichi di lavoro utilizzati nei test delle prestazioni possono essere stati ottimizzati per le prestazioni solo su microprocessori Intel®. I test delle prestazioni, come SYSmark* e MobileMark*, sono calcolati utilizzando specifici sistemi computer, componenti, software, operazioni e funzioni. Qualunque variazione in uno di questi fattori può comportare risultati diversi. Consultare altre fonti di informazione e altri test delle prestazioni per una valutazione completa dei prodotti che si desidera acquistare, comprese le prestazioni di tali prodotti se abbinati ad altri prodotti. Per informazioni più complete, visitare il sito Web all'indirizzo https://www.intel.it/benchmarks.

4

Esempio stimato per il TCO fino al 65% inferiore in 4 anni basato su prestazioni rack equivalenti utilizzando un carico di lavoro di consolidamento virtualizzato VMware ESXi* confrontando 20 server a 2 socket installati con processori Intel® Xeon® E5-2690 (denominati in precedenza “Sandy Bridge-EP”) che eseguono VMware ESXi* 6.0 GA usando Guest OS RHEL* 6.4 a un costo totale di 919.362 dollari confrontati con 5 nuovi processori Platinum Intel® Xeon® 8180 (Skylake) che eseguono VMware ESXi* 6.0 U3 GA usando Guest OS RHEL* 6 a 64 bit a un costo totale di 320.879 dollari compresa l'acquisizione di base. Le ipotesi sui prezzi dei server si basano sui prezzi correnti pubblicati da OEM retail per server basati su Broadwell, soggetti a cambiamenti in base ai prezzi attuali dei sistemi offerti.

5

Numero di VM fino a 4,2 volte superiore basato su carico di lavoro di consolidamento di virtualizzazione server: in base a stime interne Intel® di 1 nodo, 2 processori Intel® Xeon® E5-2690 su Romley-EP con 256 GB di memoria totale con VMware ESXi* 6.0 GA utilizzando Guest OS RHEL* 6.4, glassfish3.1.2.2, postgresql9.2. Fonte dei dati: Numero di richieste: 1718, Benchmark: carico di lavoro di consolidamento di virtualizzazione server, Punteggio: 377,6 con 21 VM rispetto a 1 nodo, 2 processori Platinum Intel® Xeon® 8180 su Wolf Pass SKX con 768 GB di memoria totale con VMware ESXi6.0 U3 GA utilizzando Guest OS RHEL* 6 a 64 bit. Fonte dei dati: Numero di richieste: 2563, Benchmark: consolidamento di virtualizzazione server, Punteggio: 1580 con 90 VM. Un valore superiore indica un risultato migliore.

6

Up to 5x claim based on OLTP Warehouse workload: 1-Node, 4 x Intel® Xeon® processor E7-4870 on Emerald Ridge with 512 GB Total Memory on Oracle Linux* 6.4 using Oracle 12c* running 800 warehouses. Data Source: Request Number: 56, Benchmark: HammerDB, Score: 2.46322e+006 Higher is better vs. 1-Node, 4 x Intel® Xeon® Platinum 8180 processor on Lightning Ridge SKX with 768 GB Total Memory on Red Hat Enterprise Linux* 7.3 using Oracle 12.2.0.1 (including database and grid) with 800 warehouses. Data Source: Request Number: 2542, Benchmark: HammerDB, Score: 1.2423e+007 Higher is better.

7

Up to 1.52x claim based on HammerDB*: 1-Node, 4 x Intel® Xeon® processor E7-8890 v4 on Brickland (Patsburg) with 1536 GB Total Memory on Oracle Linux* 7.1 using Oracle* 12.1.0.2.0 (including database and grid) with 800 warehouses. Data Source: Request Number: 2239, Benchmark: HammerDB, Score: 8.17145e+006 vs. 1-Node, 4 x Intel® Xeon® Platinum 8180 processor on Lightning Ridge SKX with 768 GB Total Memory on Red Hat Enterprise Linux* 7.3 using Oracle 12.2.0.1 (including database and grid) with 800 warehouses. Data Source: Request Number: 2542, Benchmark: HammerDB, Score: 1.2423e+007 Higher is better.

8

Up to 1.5x more VMs based on virtualization consolidation workload : 1-Node, 2 x Intel® Xeon® processor E5-2699 v4 on Grantley-EP (Wellsburg) with 512 GB Total Memory on VMware ESXi* 6.0 Update 1 using Guest VM’s utilize RHEL 6 64bit OS. Data Source: Request Number: 1637, Benchmark: server virtualization workload, Score: 1034 @ 58 vs. 1-Node, 2 x Intel® Xeon® Platinum 8180 processor on Wolf Pass SKX with 768 GB Total Memory on VMware ESXi6.0 U3 GA using Guest VM’s utilize RHEL 6 64bit OS. Data Source: Request Number: 2563, Benchmark: server virtualization workload, Score: 1580 @ 90 VMs Higher is better.

9

Up to 2.7x claim based on DPDK L3 Packet Forwarding: Intel® Xeon® E5-2650 processors 2.00GHz, 8 GT/s QPI, 20MB L3 cache, Patsburg Chipset (C0 stepping), Grizzly Pass Platform (R2216GZBPP), DDR3 1333MHz, 8 x dual rank 4GB (total 32GB), 4 memory channels per socket Configuration, 1 DIMM per channel, 6 x Intel® 82599 dual-port PCI-Express* Gen2 x8 10 Gb Ethernet NIC, 1 x Intel® 82599 dual-port Gen2 x8 I/O expansion module10 Gb Ethernet NIC, BIOS version S5500.86B.01.00.0048, Operating system: Fedora Core* 15, Kernel version: 2.6.38.4, IxNetwork* 6.0.400.22, DPDK version: FD5_1 Score: 102Gbits/s packet forwarding at 256B using cores vs. Gold 6152: Estimates based on Intel internal testing on Intel® Xeon® 6152 2.1 GHz, 2x Intel®, FM10420(RRC) Gen Dual Port 100GbE Ethernet controller (100Gbit/card) 2x Intel® XXV710 PCI Express Gen Dual Port 25GbE Ethernet controller (2x25G/card), DPDK 17.02. Score: 281 Gbits/s packet forwarding at 256B packet using cores, IO and memory on a single socket.

10

Up to 1.7x claim based on DPDK L3 Packet Forwarding: E5-2658 v4: 5 x Intel® XL710-QDA2, DPDK 16.04. Benchmark: DPDK l3fwd sample application Score: 158 Gbits/s packet forwarding at 256B packet using cores. Gold 6152: Estimates based on Intel internal testing on Intel® Xeon® 6152 2.1 GHz, 2x Intel®, FM10420(RRC) Gen Dual Port 100GbE Ethernet controller (100Gbit/card) 2x Intel® XXV710 PCI Express* Gen Dual Port 25GbE Ethernet controller (2x25G/card), DPDK 17.02. Score: 281 Gbits/s packet forwarding at 256B packet using cores, IO and memory on a single socket.

11

Up to 8.2x claim based on Intel® Distribution for LINPACK* Benchmark: 1-Node, 2 x Intel® Xeon® processor E5-2690 on Intel® Server Board S2600CP2 with 32 GB Total Memory on Red Hat Enterprise Linux* 6.0 (Santiago) kernel version 2.6.32-504.el6.x86_64 using Intel® Distribution for LINPACK Benchmark using 56000 problem size. Score: 366.0 GFLOPS/s vs. 1-Node, 2 x Intel® Xeon® Platinum 8180 processor on Purley-EP (Lewisburg) with 192 GB Total Memory on Ubuntu 17.04 using MKL 2017 Update 2. Data Source: Request Number: 2535, Benchmark: Intel® Distribution for LINPACK Benchmark, Score: 3007.8 GFLOPS/s Higher is better.

12

Up to 2.2x claim based on Intel® Distribution for LINPACK* Benchmark: 1-Node, 2 x Intel® Xeon® processor E5-2699 v4 on Grantley-EP (Wellsburg) with 64 GB Total Memory on Red Hat Enterprise Linux* 7.0 kernel 3.10.0-123 using MP_LINPACK 11.3.1 (Composer XE 2016 U1). Data Source: Request Number: 1636, Benchmark: Intel® Optimized MP LINPACK*, Score: 1446.4 GFLOPS/s vs. 1-Node, 2 x Intel® Xeon® Platinum 8180 processor on Purley-EP (Lewisburg) with 192 GB Total Memory on Ubuntu* 17.04 using MKL 2017 Update 2. Data Source: Request Number: 2535, Benchmark: Intel® Distribution for LINPACK Benchmark, Score: 3007.8 GFLOPS/s Higher is better.

13

More inter-CPU bandwidth. 10.4 GT/s on Intel® Xeon® Scalable processors vs. 9.6 GT/s on Intel® Xeon® processor E5-2600 v4 product family.

14

BigBench*, Near Zero encryption overhead: BigBench query Runtime/second. Testing done by Intel.  BASELINE: Platform 8168, NODES 1 Mgmt + 6 Workers, Make Intel Corporation, Model S2600WFD, Form Factor 2U, Processor Intel® Xeon® Platinum 8168, Base Clock 2.70 GHz, Cores per socket 24, Hyper-Threading Enabled, NUMA mode Enabled, RAM 384 GB DDR4, RAM Type 12x 32 GB DDR4, OS Drive Intel® SSD DC S3710 Series (800 GB, 2.5 in SATA 6Gb/s, 20nm, MLC), Data Drives 8x – Seagate Enterprise 2.5 HDD ST2000NX0403 2 TB, Intel® SSD DC P3520 Series (2.0TB), Temp Drive DC 3520 2 TB, NIC Intel  X722 10 GBE – Dual Port, Hadoop Cloudera* 5.11, Benchmark TPCx-BB 1.2, Operating System CentOS* Linux release 7.3.1611 (Core); HDFS encryp-tion turned OFF. vs. NEW: Platform 8168, NODES 1 Mgmt + 6 Workers, Make Intel Corporation, Model S2600WFD, Form Factor 2U, Processor Intel® Xeon® Platinum 8168, Base Clock 2.70 GHz, Cores per socket 24, Hyper-Threading Enabled, NUMA mode Enabled, RAM 384 GB DDR4, RAM Type 12x 32 GB DDR4, OS Drive Intel® SSD DC S3710 Series (800 GB, 2.5 in SATA 6 Gb/s, 20nm, MLC), Data Drives 8x – Seagate Enterprise  2.5 HDD ST2000NX0403 2 TB, Intel® SSD DC P3520 Series (2.0 TB), Temp Drive DC 3520 2 TB, NIC Intel X722 10 GBE – Dual Port, Hadoop Cloudera* 5.11, Benchmark TPCx-BB 1.2, Operating System CentOS* Linux release 7.3.1611 (Core); HDFS encryption turned ON.

15

3.1x, 1.2x, 2x ISA-L configuration. Intel® Xeon® processor Scalable family: Intel® Xeon® Platinum 8180 processor, 28C, 2.5 GHz, H0, Neon City CRB, 12x16 GB DDR4 2666 MT/s ECC RDIMM, BIOS PLYCRB1.86B.0128.R08.1703242666.

Intel® Xeon® E5-2600v4 series processor, E5-2650 v4, 12C, 2.2 GHz, Aztec City CRB, 4x8 GB DDR4 2400 MT/s ECC RDIMM, BIOS GRRFCRB1.86B.0276.R02.1606020546

Operating System: Redhat Enterprise Linux* 7.3, Kernel 4.2.3, ISA-L 2.18, BIOS Configuration, P-States: Disabled, Turbo: Disabled, Speed Step: Disabled, C-States: Disabled, ENERGY_PERF_ BIAS_CFG: PERF.

16

As measured by Intel® Xeon® processor Scalable family with Intel® FPGA optimized workload and Intel® Xeon® processor Scalable family without FPGA optimized workload.

17

Up to 1.58x claim based on Ghost-NodeJS workload: 1-Node, 2 x Intel® Xeon® processor E5-2699 v4 on Wildcat Pass with 384 GB Total Memory on Ubuntu* 16.04 LTS using Node.js version 6.9.2, MySQL* Maria DB version 15.1 Distrib 10.0.30. Data Source: Request Number: 2687, Benchmark: Ghost-NodeJS, Score: 2308 Higher is better vs. 1-Node, 2 x Intel® Xeon® Platinum 8180 processor on Wolf Pass SKX with 384 GB Total Memory on Ubuntu 16.10 using Node.js version 6.9.2, MySQL Maria DB version 15.1 Distrib 10.0.30. Data Source: Request Number: 2687, Bench-mark: Ghost-NodeJS, Score: 3647 Higher is better.

18

Up to 1.77x claim based on DPDK L3 Forwarding: E5-2658 v4: 5 x Intel® XL710-QDA2, DPDK 16.04. Benchmark: DPDK l3fwd sample application. Vs. Gold 6152: Estimates based on Intel internal testing on Intel® Xeon® 6152 2.1 GHz, 2x Intel®, FM10420(RRC) Gen Dual Port 100GbE Ethernet controller (100Gbit/card) 2x Intel® XXV710 PCI Express* Gen Dual Port 25GbE Ethernet controller (2x25G/card), DPDK 17.02. Score: 281 Gbits/s packet forwarding at 256B packet using cores, IO and memory on a single socket.

19

Up to 2.5x claim based on DPDK IPSec Seg-gw benchmark: Intel® Xeon® E5-2658 v4, Intel® PCH C612, DDR4-2400 Intel® 895XCC based Quick Assist Accelerator Adapter PCIe* Gen3 x8 links, DPDK 16.11 IPSec-secgw,1420 B packet). Intel® DPDK 16.11 IPsec-secgw sample application. Cores, IO, packet buffer memory, and processing cores are on a single socket. 6 cores used on one Socket, Crypto algorithm: AES-128-CBC-HMAC-SHA1 vs. Intel® Xeon® 6152 2.1 GHz, 3x Intel® Corporation, Ethernet Controller X710 (4x10 Gbe ports per card), Lewisburg B0 Quick Assist Accel-erator with PCIe Gen3 x24 links, Intel® DPDK 17.02 IPsec-secgw,  Intel® QAT1.7.Upstream.L.1.0.0-15, 6 cores used. Cores, IO, packet buffer memory, and processing cores are on a single socket. 6 cores used on one Socket, Crypto algorithm: AES-128-CBC-HMAC-SHA1.

20

Up to 2.4x claim based on TLS Web Proxy using NGINX®: Intel® Xeon® E5-2658 v4, DDR4-2133, Intel® PCH C612, Intel® 895XCC based QuickAssist Accelerator Adapter PCIe* Gen3 x8 links, OpenSSL-Async (0.4.9-009) + NGINX-1.6.2 (0.1.0-008), QAT1.6.L.2.6.0-60. Cores, IO, packet buffer memory, and processing cores are on a single socket. 6 cores used on one Socket 12Cores are used, Crypto algorithm: AES-128-CBC-HMAC-SHA1 vs. Intel Xeon 6152 2.10 GHz, DDR4-2400 3x Intel® Corporation Ethernet Controller X710 (4 x10 Gbe ports per card), 1x Intel® Corpora-tion Ethernet Controller X710 (2 x10 Gbe ports per card), PCIe x16 to 2 x8 PCIe bifurcation plugin card, Lewisburg-L B1 QuickAssist Accelerator with PCIe Gen3 x24 links, Intel®OpenSSL-1.0.1u + NGINX-1.9.6, Intel® QAT1.7.Upstream.L.1.0.0-15. Cores, IO, packet buffer memory, and processing cores are on a single socket. 6 cores used on one Socket, 20Core are used. Crypto algorithm: AES-128-CBC-HMAC-SHA1.

21

Inference: Platform: 2S Intel® Xeon® Platinum 8180 CPU @ 2.50 GHz (28 cores), HT disabled, turbo disabled, scaling governor set to “performance” via intel_pstate driver, 384GB DDR4-2666 ECC RAM. CentOS* Linux release 7.3.1611 (Core), Linux kernel 3.10.0-514.10.2.el7.x86_64. SSD: Intel® SSD DC S3700 Series (800GB, 2.5in SATA 6Gb/s, 25nm, MLC). Performance measured with: Environment variables: KMP_AFFINITY=’granularity=fine, compact‘, OMP_NUM_THREADS=56, CPU Freq set with cpupower frequency-set -d 2.5G -u 3.8G -g performance.
Deep Learning Frameworks: Caffe: (http://github.com/intel/caffe/), revision f96b759f71b2281835f690af267158b82b150b5c. Inference measured with “caffe time --forward_only” command, training measured with “caffe time” command. For “ConvNet” topologies, dummy dataset was used. For other topologies, data was stored on local storage and cached in memory before training. Topology specs from https://github.com/intel/caffe/tree/master/models/intel_optimized_models (GoogleNet, AlexNet, and ResNet-50), https://github.com/intel/caffe/tree/master/models/default_vgg_19 (VGG-19), and https://github.com/soumith/convnet-benchmarks/tree/master/caffe/imagenet_winners (ConvNet benchmarks; files were updated to use newer Caffe prototxt format but are functionally equivalent). Intel C++ compiler ver. 17.0.2 20170213, Intel® Math Kernel Library (Intel® MKL) small libraries version 2018.0.20170425. Caffe run with “numactl l”.

22

Training: Platform: 2S Intel® Xeon® CPU E5-2697 v2 @ 2.70GHz (12 cores), HT enabled, turbo enabled, scaling governor set to “performance” via intel_pstate driver, 256GB DDR3-1600 ECC RAM. CentOS Linux release 7.3.1611 (Core), Linux kernel 3.10.0-514.21.1.el7.x86_64. SSD: Intel® SSD 520 Series 240GB, 2.5in SATA 6Gb/s, 25nm, MLC.

Performance measured with: Environment variables: KMP_AFFINITY=’granularity=fine, compact,1,0‘, OMP_NUM_THREADS=24, CPU Freq set with cpupower frequency-set -d 2.7G -u 3.5G –g performance.

Deep Learning Frameworks: Caffe: (http://github.com/intel/caffe/), revision b0ef3236528a2c7d2988f249d347d5fdae831236. Inference measured with “caffe time --forward_only” command, training measured with “caffe time” command. For “ConvNet” topologies, dummy dataset was used. For other topologies, data was stored on local storage and cached in memory before training. Topology specs from https://github.com/intel/caffe/tree/master/models/intel_optimized_models (GoogleNet, AlexNet, and ResNet-50), https://github.com/intel/caffe/tree/master/models/default_vgg_19 (VGG-19), and https://github.com/soumith/convnet-benchmarks/tree/master/caffe/imagenet_winners (ConvNet benchmarks; files were updated to use newer Caffe prototxt format but are functionally equivalent). GCC 4.8.5, Intel® Math Kernel Library (Intel® MKL) small libraries version 2017.0.2.20170110.

23

I risultati dei benchmark sono stati ottenuti prima dell'implementazione delle patch software e degli aggiornamenti firmware più recenti volti a risolvere gli exploit denominati "Spectre" e "Meltdown". Con l'implementazione di tali aggiornamenti i risultati potrebbero non essere applicabili al dispositivo o al sistema in uso.

Il software e i carichi di lavoro utilizzati nei test delle prestazioni possono essere stati ottimizzati per le prestazioni solo su microprocessori Intel®. I test delle prestazioni, come SYSmark* e MobileMark*, sono calcolati utilizzando specifici sistemi computer, componenti, software, operazioni e funzioni. Qualunque variazione in uno di questi fattori può comportare risultati diversi. Consultare altre fonti di informazione e altri test delle prestazioni per una valutazione completa dei prodotti che si desidera acquistare, comprese le prestazioni di tali prodotti se abbinati ad altri prodotti. Per informazioni più complete, visitare il sito Web all'indirizzo https://www.intel.it/benchmarks.

Miglioramenti di fino a 1,63 volte basati su media geometrica di Weather Research and Forecasting - Conus 12 Km, HOMME, LSTCLS-DYNA Explicit, INTES PERMAS V16, MILC, GROMACS water 1,5 M_pme, VASPSi256, NAMDstmv, LAMMPS, Amber GB Nucleosome, Binomial option pricing, Black-Scholes, Monte Carlo opzioni europee. I risultati sono stati stimati in base a un'analisi interna di Intel e vengono forniti unicamente a scopo informativo. Qualsiasi differenza nell’hardware del sistema, nella progettazione del software o nella configurazione potrebbe influire sulle prestazioni effettive.