Sui carichi di lavoro di MySQL™, le nuove macchine virtuali Microsoft Azure Dv4 con processori scalabili Intel® Xeon® di seconda generazione hanno superato le prestazioni delle VM Dv3 fino a 1,53 volte

MySQL

  • Fino a 1,53 volte più lavoro di MySQL rispetto alle VM Dv3.

  • Fino a 1,30 volte più lavoro di MySQL per doller rispetto alle VM Dv3.

  • Due nuove VM Dv4 fanno il lavoro di MySQL di tre VM Dv3.

BUILT IN - ARTICLE INTRO SECOND COMPONENT

Due nuove VM Azure Dv4, con processori scalabili Intel Xeon di seconda generazione, possono fare la stessa quantità di lavoro di MySQL di tre VM Azure Dv3 più vecchie.

Le aziende si rivolgono sempre più alle piattaforme di cloud pubblici per eseguire i carichi di lavoro di database critici aziendali. Essi affrontano una serie di scelte: non solo il fornitore da utilizzare, ma anche se selezionare processori scalabili Intel® Xeon di seconda generazione potenti.

In una serie di test del database di MySQL che confrontano le VM Azure serie D, le nuove VM Dv4 abilitate dai processori scalabili Intel® Xeon di seconda generazione hanno superato le prestazioni delle VM Dv3 più vecchie su un carico di lavoro TPC-C-like. Rispetto alle VM più vecchie similmente configurate, le nuove VM Dv4 hanno eseguito fino a 1,53 volte più lavoro di database. Un altro modo per vedere ciò: due nuove VM Azure Dv4 possono gestire lo stesso numero di transazioni di MySQL di tre VM Azure Dv3 più vecchie.

Scegli una nuova istanza Ev4 abilitata dai processori Intel® Xeon Platinum 8259CL per vedere un maggiore rendimento dell'investimento cloud.

Migliora le prestazioni fino a 1,53 volte con le nuove Vm Azure Dv4

Come mostra la Figura 1, su un carico di lavoro di test TPC-C-like di HammerDB, le nuove VM Azure Dv4 abilitate dai processori scalabili Intel® Xeon di seconda generazione hanno fornito prestazioni più di una volta e mezza maggiori rispetto alle loro controparti VM Dv3. Ciò significa che due nuove VM Dv4 potrebbero fare il lavoro di tre VM Dv3 più vecchie.

Figura 1. Risultati dei test HammerDB normalizzati che confrontano le prestazioni (in nuovi ordini al minuto) ottenuti dalle VM Dv4 alle VM Dv3 a due conteggi di vCPU. Più è alto, meglio è.

Un aumento di prezzo modesto + prestazioni drasticamente migliori = fino a 1,30 volte maggiori prestazioni per dollaro con le nuove Vm Azure Dv4

In base alla frequenza di pay-as-you-go oraria nella regione USA-East2 a partire dal 27 ottobre 2020, le due nuove macchine virtuali Azure Dv4 che abbiamo testato costano solo il 18% in più rispetto alle loro controparti Dv3. Quando consideri il miglioramento delle prestazioni di 1,53 volte che le nuove VM Dv4 abilitate dai processori scalabili Intel® Xeon® di seconda generazione hanno raggiunto, questo è un piccolo aumento.

Figura 2. Confronto normalizzato delle prestazioni per dollaro tra la VM Dv4 e la VM Dv3, in base ai risultati di test HammerDB TPC-C-like.

La figura 2 mostra le prestazioni relative per dollaro che i due set di VM hanno fornito. Le VM Dv4 di medie dimensioni con 16 vCPU hanno fornito 1,30 volte più transazioni per dollaro rispetto all'opzione Dv3. Le VM Dv4 di grandi dimensioni con 16 vCPU hanno fornito 1,29 volte più transazioni per dollaro rispetto all'opzione Dv3.

In base a queste prestazioni e alle misurazioni di presso, un'azienda potrebbe eseguire un dato numero di lavori di database di MySQL sia con tre macchine virtuali Azure Dv3 più vecchie, che con due VM Azure Dv4 più recenti. Con un costo orario totale che è più basso del 21,5%, le nuove VM Dv4 abilitate dai processori scalabili Intel® Xeon di seconda generazione sarebbero una scelta più conveniente.

Per saperne di più

Per avviare le implementazioni del tuo database MySQL su macchine virtuali Azure serie D, con i processori scalabili Intel® Xeon di seconda generazione, consultare https://intel.com/microsoftazure.