Scala con le istanze i3en di VMware Cloud™ su AWS per il database Oracle®, con i processori scalabili Intel® Xeon® di seconda generazione e raddoppia le tue prestazioni con istanze di più grandi dimensioni

Database Oracle

  • Ottieni fino al doppio del lavoro del database Oracle con istanze più ampie, rispetto alle istanze

  • Ottieni il 18% in più degli ordini del database per minuto su istanze di stesse dimensioni, rispetto alle istanze i3.

  • Sfrutta la potenza di core più numerosi e migliori, rispetto alle istanze i3.

author-image

By

I nuovi tipi di istanze i3en AWS, con i processori scalabili Intel® Xeon di seconda generazione, offrono più core e più potenza rispetto ai tipi di istanza i3

Molte aziende hanno pesantemente investito nelle tecnologie VMware, tra cui VMware Cloud su AWS per ospitare i cloud privati nei loro data center. Tuttavia, il cloud pubblico sta continuando a crescere e a diventare una scelta sempre più popolare quando i clienti affrontano la necessità di espandere le risorse. Con VMware Cloud su AWS, i clienti hanno una soluzione progettata in congiunto che rende facile ai clienti VMware espandersi verso AWS.

Per i carichi di lavoro del database Oracle mission-critical, i clienti devono scegliere attentamente quali istanze soddisfano al meglio le loro esigenze. Abilitati dai processori scalabili Intel® Xeon di seconda generazione, le nuove istanze i3en sono disponibili in dimensioni più grandi con più core rispetto alle istanze i3 più vecchie. A causa della vulnerabilità L1TF presente nei processori Intel più vecchi, le istanze i3 non erano in grado di offrire l'hyperthreading, che ha limitato il numero di core.

Con i processori più recenti che non hanno questa vulnerabilità, i clienti avranno l'intera gamma della propria CPU con le nuove istanze i3en. Sebbene le istanze più vecchie limitano i clienti a solo 32 vCPU, le nuove istanze i3en sono disponibili in dimensioni fino a 96 vCPU.

Oltre ai nuovi processori scalabili Intel® Xeon di seconda generazione, queste nuove istanze i3en. metal sono dotate di una maggiore capacità di storage a costi più ridotti e più memoria rispetto alle istanze i3 metal. Per dimostrare i guadagni prestazionali che i clienti possono vedere con queste istanze i3en migliorate, VMware ha creato due cluster di data center definiti da software (SDDC), uno con tre istanze i3en e uno con tre istanze i3. Utilizzando un singolo VM del database Oracle implementato nelle istanze, VMware ha eseguito un test di scalabilità per mostrare come ogni VM viene eseguita in varie dimensioni di vCPU. Con un numero uguale di vCPU (8 su ciascuno), la VM del database i3en ha ottenuto prestazioni del database migliori del 18%. Quando il test è aumentato a 92 vCPU sulle istanze i3en e al massimo di 32 vCPU sull'istanza i3, la VM del database i3en ha raggiunto il doppio delle prestazioni del database. Ciò significa che anche se non hai bisogno del numero di core aumentato delle nuove istanze i3en.metal, i tuoi carichi di lavoro del database Oracle ne potrebbero beneficiare.

Scalare le prestazioni con un numero equivalente

Una fase del test di scalabilità confronta le prestazioni delle istanze i3en e i3 fornite con una VM di dimensioni uguali. Utilizzando il benchmark DVD Store 3, VMware mira a ciascun database Oracle con thread per lavoratori multipli che rappresentano i clienti che acquistano DVD. Utilizzando gli ordini del benchmark per output al minuto, VMware ha dimostrato che a 8, 16 e 32 vCPU, le istanze i3en con i nuovi processori scalabili Intel® Xeon® di seconda generazione, hanno superato le istanze i3. Con 8 CPU, le dimensioni più ridotte del test inclusi, le istanze i3en hanno prodotto prestazioni superiori del 18% rispetto alle istanze i3.

Figura 1. I risultati relativi del test di scalabilità di DVD Store 3 che confrontano le prestazioni totali (in ordini al minuto) ottenuti dai data center definiti da software a tre host utilizzando le istanze AWS i3 e i3en con una VM singola con tre numeri di vCPU. Più è alto, meglio è.

Scalare le prestazioni per vCPU massime

Un'altra fase del test di scalabilità ha confrontato le prestazioni delle istanze i3en e i3 fornite con VM sempre più ampie. A causa del problema di hyperthreading di cui abbiamo parlato prima, ogni istanza i3 è limitata a solo 32 core. Con più core e la capacità di abilitare l'hyperthreading, ogni istanza i3en ha fino a 96 core. Man mano che VMware scala l'istanza i3en fino a un massimo di 96 vCPU, le prestazioni sono aumentate fino a 92 vCPU. Rispetto alla più grande VM sull'istanza i3, la VM a 32 vCPU, la VM a 92 vCPU sull'istanza i3en ha ottenuto il doppio delle prestazioni.

Indipendentemente dalle dimensioni delle implementazioni di database Oracle, selezionare le istanze AWS i3en con i processori scalabili Intel® Xeon di seconda generazione per ottenere di più dagli investimenti VMware Cloud su AWS.

Figura 2. I risultati relativi del test di scalabilità di DVD Store 3 che confrontano le prestazioni totali (in ordini al minuto) ottenuti dai data center definiti da software a tre host utilizzando le istanze AWS i3 e i3en con VM con numeri di vCPU crescenti. Più è alto, meglio è.

Per saperne di più

Per avviare le implementazioni del database Oracle su AWS per le istanze di database i3en del database Oracle con i processori scalabili Intel® Xeon® di seconda generazione, consultare il sito intel.com/aws.

Per maggiori dettagli di test, consultare il sito https://www.vmware.com/techpapers/2020/oracle-vmc-aws-i3en-perf.html.