La rivoluzione dell'intelligenza artificiale: sbloccare il pieno potenziale della più importante tendenza tecnologica di quest'anno

Dai chatbot al software per smartphone, la tecnologia dell’intelligenza artificiale è destinata a scardinare e trasformare aziende di ogni tipo.

L'intelligenza artificiale (AI) è emersa come una delle tendenze tecnologiche più importanti dell'anno e non è destinata a scomparire. Non solo l’intelligenza artificiale continuerà ad aiutare un numero crescente di imprese a prendere decisioni aziendali più informate estraendo dati strategici, ma sarà integrata in un maggior numero di dispositivi consumer ed è già stata integrata a livello software in una serie di smartphone di fascia alta.

L’importanza di integrare l’intelligenza artificiale nell’infrastruttura del futuro è già stata riconosciuta dal Government AI Readiness Index, creato di recente, che riflette il livello di posizionamento dei governi nel supportare questa tecnologia. Il report1 posiziona il Regno Unito al primo posto, rispecchiando la forza del suo settore tecnologico e dei suoi centri di eccellenza per la ricerca sull’intelligenza artificiale.

“Man mano che l’intelligenza artificiale dei nostri dispositivi acquisisce una conoscenza sempre maggiore, i dispositivi stessi non si limiteranno a rispondere alle domande... ma inizieranno a conversare”

L’intelligenza artificiale sarà utile in un’ampia gamma di settori: dall’assistenza sanitaria, dal retail e dallo sport alla produzione e alla logistica, fino all’intrattenimento. Nel settore della telefonia mobile, l'ascesa dell'intelligenza artificiale conversazionale sarà particolarmente dominante. Probabilmente gli esempi più conosciuti di intelligenza artificiale conversazionale sono gli assistenti vocali Apple* Siri* e Amazon* Alexa*, che possono essere integrati in vari dispositivi, tra cui smartphone e tablet. “Man mano che l’intelligenza artificiale dei nostri dispositivi acquisisce una conoscenza sempre maggiore, i dispositivi stessi non si limiteranno a rispondere alle domande... ma inizieranno a conversare, non solo tramite comandi nome-verbo ma con frasi complete”, afferma Jon Stine, Global Director Retail Sales di Intel, in un blog post. “Arricchite di intonazioni ed emozioni. Tutto questo apre le porte alla comprensione profonda delle interazioni e delle esperienze degli acquirenti.”

Questo tipo di interfaccia conversazionale basata sull’intelligenza artificiale consente ai dispositivi di comunicare con noi in un modo più umano e di ridefinire completamente l'esperienza dei clienti. E si è già verificato un cambiamento in questa direzione con l’affermazione dei chatbot basati su messaggi di testo. Nel 2016, Facebook* ha lanciato una piattaforma pensata per gli sviluppatori finalizzata alla creazione di chatbot per il suo servizio Messenger*, ora ampiamente disponibili, tra cui un chatbot che consente all’utente di ordinare facilmente una pizza, oltre a un bot sperimentale del Servizio Sanitario Nazionale britannico in grado di rispondere ai pazienti che riferiscono dei sintomi.

Tuttavia, il controllo qualità è ancora un problema, e anche i migliori esempi di chatbot si limitano a interazioni lineari e relativamente semplici. Il prossimo passo è quello di sviluppare dei chatbot migliorati tramite intelligenza artificiale, in grado di fornire risposte più simili a quelle umane, piuttosto che scegliere da un elenco di risposte predeterminate. Insieme alla capacità di comprendere discorsi umani sempre più complessi, queste interfacce saranno dotate di un apprendimento di livello superiore e potranno “ricordare” conversazioni e transazioni facendovi riferimento. In futuro è probabile che vedremo emergere gli acquisti con comandi vocali come canale di vendita aggiuntivo, sia su PC desktop che su dispositivi mobili.

L’intelligenza artificiale potrebbe anche aiutare a plasmare il futuro della creatività, essendo già stata utilizzata per produrre trailer di film sperimentali, sceneggiature di cortometraggi e composizioni musicali. Alla fine dello scorso anno, Intel ha presentato il primo video musicale creato utilizzando la sua tecnologia di intelligenza artificiale. Il video della pop star cinese Chris Lee impiega il sistema di apprendimento automatico Intel per applicare effetti speciali già predisposti al volto del cantante. Anche se l’AI non sostituisce l’immaginazione umana, sarà uno strumento vitale per stimolare la creatività individuale in futuro. Oltre a occuparsi di alcune attività tecniche più banali, offrendo così ai creativi più tempo per concentrarsi sulla loro creatività, l’intelligenza artificiale può anche ispirarli a esplorare nuove direzioni.

Tuttavia, per sbloccare il pieno potenziale dell'intelligenza artificiale è necessario un cambiamento culturale. L’implementazione dell’intelligenza artificiale non dovrebbe limitarsi semplicemente al reparto IT. Dovrebbe invece permeare tutti gli aspetti aziendali, offrendo a tutti i reparti e dipendenti la possibilità di integrare l'intelligenza artificiale nelle loro attività quotidiane. Un cambiamento culturale così importante deve provenire dal vertice dell'organizzazione verso il basso. Richiede investimenti non solo nelle infrastrutture tecniche, ma nella formazione del personale per garantire che tutti i dipendenti possano ottenere il massimo dall’intelligenza artificiale.

Oltre a un cambiamento culturale, la rivoluzione dell’intelligenza artificiale sarà sostenuta da nuove tecnologie come i processori di rete neurale (NNP, Neural Network Processor) Intel® Nervana™, che consentiranno all’apprendimento automatico di estrarre informazioni utili dai dati. “L’NNP Intel® Nervana™ promette di rivoluzionare il computing con l’intelligenza artificiale in un’infinità di settori”, ha affermato il CEO di Intel Brian Krzanich in un editoriale. “Grazie all’utilizzo della tecnologia Intel® Nervana™, le aziende saranno in grado di sviluppare applicazioni di intelligenza artificiale completamente nuove, che ottimizzano la quantità di dati elaborati e consentono ai clienti di ottenere informazioni più approfondite”.

L'intelligenza artificiale è una tecnologia rivoluzionaria destinata a scardinare una vasta gamma di imprese, e il tasso di innovazione non mostra segni di rallentamento. Oltre a snellire le operazioni e fornire preziose informazioni aziendali, l'intelligenza artificiale ha il potenziale per reinventare totalmente il coinvolgimento dei clienti. Non solo vedremo l'intelligenza artificiale conversazionale integrata in un maggior numero di prodotti, ma continueremo a trovarla integrata in più dispositivi mobili per aiutarli a funzionare in modo più efficiente. Ma sfruttare al meglio l’intelligenza artificiale richiede cambiamenti sia tecnologici che culturali.

*Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.

Restate in contatto

Rimanete sempre aggiornati sulle tecnologie, le tendenze e le idee che stanno delineando il futuro dell'ambiente di lavoro grazie a Intel IT Center.

Inviando questo modulo, confermi di essere un adulto di almeno 18 anni di età e acconsenti che Intel ti contatti con e-mail di marketing o telefonicamente. Puoi cancellare l’iscrizione in qualunque momento. I siti Web e le comunicazioni di Intel sono soggetti alla Informativa sulla privacy e ai Termini di utilizzo di Intel.

Inviando questo modulo, confermi di essere un adulto di almeno 18 anni di età e acconsenti che Intel ti contatti con e-mail di marketing o telefonicamente. Puoi cancellare l’iscrizione in qualunque momento. I siti Web e le comunicazioni di Intel sono soggetti alla Informativa sulla privacy e ai Termini di utilizzo di Intel.

Informazioni su prodotti e prestazioni

1 Indice di disponibilità AI del governo: https://www.oxfordinsights.com/government-ai-readiness-index