Che cos'è il Wi-Fi 6?

In primo piano:

  • Il Wi-Fi 6 è l'iterazione più recente del protocollo di rete Wi-Fi e rappresenta un aggiornamento sostanziale rispetto al suo predecessore.

  • Il Wi-Fi 6 può essere più veloce grazie alle tecnologie come quella delle priorità del traffico, l'OFDMA e il beamforming.

  • Questo nuovo protocollo è inoltre più sicuro e utilizza le nuove tecnologie di crittografia, come ad esempio la SAE.

  • I dispositivi dotati di tecnologia Wi-Fi 6 E possono sfruttare la più recente banda di frequenza a 6 GHz per una connettività ulteriormente migliorata.

  • Dal momento che il Wi-Fi 6 sta diventando la nuova normalità, il passaggio a un hardware compatibile diventerà sempre più vantaggioso.

BUILT IN - ARTICLE INTRO SECOND COMPONENT

Il Wi-Fi 6 promette grandi cambiamenti nelle reti wireless ovunque. Ottieni risposte alle domande più frequenti sulle sue ultime funzionalità e miglioramenti.1 2 3

L'ultimo decennio ha portato le nostre vite sempre più online e le connessioni Internet wireless hanno contribuito a rendere possibile questa transizione. L'ultima versione di questa tecnologia è il Wi-Fi 6, noto anche come 802.11ax.

Che cos'è il Wi-Fi?

Il termine "Wi-Fi" è stato creato dall'associazione no profit Wi-Fi Alliance e si riferisce a un gruppo di protocolli di rete wireless basati sullo standard di rete IEEE 802.11. Il Wi-Fi esiste dalla fine degli anni '90, ma è notevolmente migliorato nell'ultimo decennio.

Tabella dei protocolli di rete

Generazione/Standard IEEE

Frequenza

Velocità di collegamento massima

Anno

Wi-Fi 6 (802.11ax) 2,4/5 GHz 600–9608 Mbit/s 2019
Wi-Fi 5 (802.11ac) 5 GHz 433–6933 Mbit/s 2014
Wi-Fi 4 (802.11n) 2,4/5 GHz 72–600 Mbit/s 2009

Per rendere più evidenti le differenze tra ogni generazione, la Wi-Fi Alliance ha recentemente adottato una convenzione di denominazione più tradizionale, eliminando la designazione 802.XX in luogo di un suffisso numerico semplificato. Questa convenzione di etichettatura più semplice (Wi-Fi 6 rispetto a 802.11ax) consente di conoscere in che modo viene utilizzata la generazione della tecnologia e al fine di determinare la compatibilità con i dispositivi che supportano questa versione.

In cosa differisce il Wi-Fi 6?

Il Wi-Fi 6 rappresenta un aggiornamento sostanziale rispetto alle generazioni precedenti, anche se le differenze potrebbero non sembrare immediatamente evidenti per l'utente medio. Questi cambiamenti potrebbero non modificare drasticamente il modo in cui utilizziamo i router wireless o la connessione di rete wireless, ma consistono invece in diversi miglioramenti progressivi che confluiscono in un unico aggiornamento sostanziale.

Il primo cambiamento è rappresentato dal fatto che il Wi-Fi 6 consente velocità di connessione potenzialmente più elevate.

Velocità più elevate

Un Wi-Fi più veloce comporta maggiori velocità di upload e download (o throughput) grazie alla maggiore larghezza di banda offerta dal Wi-Fi 6. Questo fattore sta diventando sempre più importante man mano che le dimensioni dei file aumentano, oltre alle maggiori esigenze dello streaming video di alta qualità e dei giochi online sempre più pesanti. Giocare in multiplayer mentre si trasmette in streaming su Twitch* richiede grandi larghezze di banda e una connessione affidabile e stabile.

Quindi, di quanto è più veloce il Wi-Fi 6?

  • 9,6 Gbps è il throughput massimo del Wi-Fi 6 su più canali. Al contrario, il Wi-Fi 5 offre un massimo di 3,5 Gbps. Tuttavia, questi valori rappresentano soglie massime; in situazioni realistiche, le reti locali potrebbero non raggiungere velocità così elevate. Detto questo, poiché queste soglie fanno riferimento a più dispositivi, i dispositivi dotati di Wi-Fi 6 possono godere di velocità notevolmente più elevate, anche se non raggiungono il potenziale massimo.
  • Le velocità possono essere più elevate rispetto al Wi-Fi 5. Si presuppone l'uso di un router Wi-Fi con un singolo dispositivo. Il Wi-Fi 6 può raggiungere maggiori velocità di trasferimento dei dati attraverso una varietà di tecniche, a partire da una codifica dei dati più efficiente e dall'uso intelligente dello spettro wireless, reso possibile da processori più potenti.
  • Il Wi-Fi 6 può portare a una riduzione della latenza fino al 75%. Tale riduzione è ottenuta mediante la gestione di grandi quantità di traffico di rete in modo più efficiente. Per i gamer, ciò si traduce in download più rapidi, velocità di caricamento migliori per il gameplay in streamng e in un multitasking multimediale più affidabile.
  • Il Wi-Fi 6 avvicina le prestazioni delle reti wireless e cablate. In tal modo permette potenzialmente a più utenti di liberarsi dai vincoli di una connessione cablata al modem. Molti gamer o creatori di contenuti si connettono ancora direttamente ai router o agli switch di rete tramite cavi Ethernet anziché sfruttare la flessibilità offerta da un collegamento wireless. Il Wi-Fi 6 contribuisce a colmare ulteriormente il divario tra connettività cablata e wireless.

Cosa rende il Wi-Fi 6 più veloce?

La maggior parte delle case ospita oggi molti più dispositivi Wi-Fi rispetto a cinque anni fa. Da smartphone e tablet, a televisori e dispositivi IoT, come termostati e campanelli, quasi tutto può connettersi a un router wireless. Il Wi-Fi 6 comunica meglio con più dispositivi connessi simultaneamente e gestisce in modo più efficiente le priorità del traffico generato da tali dispositivi.

L'Orthogonal Frequency Division Multiple Access (OFDMA) è uno dei modi in cui è possibile ottenerlo. L'OFDMA opera suddividendo i canali in portanti secondarie e consentendo la trasmissione a più endpoint (dispositivi) contemporaneamente. Un router Wi-Fi 6 può inviare segnali diversi nella stessa finestra di trasmissione. Ciò si traduce in una singola trasmissione dal router in grado di comunicare con più dispositivi, anziché costringere ogni dispositivo ad attendere il proprio turno mentre il router trasmette i dati in rete.

In una tradizionale rete Wi-Fi (in alto), i dispositivi potrebbero essere costretti ad attendere l'invio o la ricezione dei dati da un client in una rete sovraccarica. L'OFDMA (in basso) consente a più dispositivi la distribuzione dei dati nella stessa finestra di trasmissione, il che comporta una comunicazione più efficiente con più dispositivi contemporaneamente.

L'Overlapping Basic Service Sets (OBSS) è un'altra funzionalità Wi-Fi 6 che può contribuire a migliorare la congestione della rete. Con le precedenti versioni Wi-Fi, i dispositivi che cercavano di connettersi a una rete adottavano un approccio "ascolta prima di parlare", il che significava che dovevano "ascoltare" eventuali rumori su un canale prima di trasmettere.

Se sul canale fosse stato presente del rumore, anche proveniente da una rete distante, avrebbero dovuto attendere che il canale si liberasse prima di trasmettere, per evitare potenziali interferenze. L'OBSS consente al punto di accesso di utilizzare un "colore" per identificare in modo univoco la rete. Se viene rilevato altro traffico sul canale, ma non è dello stesso colore della rete locale, i dispositivi possono ignorarlo e continuare la trasmissione. Questo può contribuire ad aumentare l'affidabilità e ridurre la latenza.

Lavorando simultaneamente, OFDMA e OBSS assicurano una comunicazione più efficace su reti affollate. Poiché sempre più dispositivi utilizzano il Wi-Fi, questo contribuirà a preservare la velocità e la stabilità delle nostre connessioni.

Il Beamforming è un'ulteriore tecnologia migliorata dal Wi-Fi 6 al fine di ottenere velocità più elevate. Questo metodo di trasmissione dei dati dal nome futuristico è in realtà relativamente semplice. Invece di trasmettere dati in tutte le direzioni, il router rileva dove si trova il dispositivo che richiede i dati e trasmette un flusso di dati più focalizzato in quella direzione.

I router Wi-Fi standard (a sinistra) trasmettono un segnale wireless in tutte le direzioni. Il beamforming (a destra) consente un targeting più diretto di dispositivi specifici, portando così a velocità di connessione potenzialmente più elevate.

Il beamforming non è una novità del Wi-Fi 6, ma la sua efficacia è stata aumentata in questa generazione.

Vantaggi della rete oltre la velocità

La velocità è probabilmente la cosa più importante per l'utente medio, specialmente per i gamer, ma c'è di più in una rete wireless. Il Wi-Fi 6 promette anche una maggiore sicurezza.

WPA3

Il Wi-Fi Protected Access (WPA) è un protocollo di sicurezza Wi-Fi comune che utilizza le password per la crittografia. Ogni volta che è richiesta una password per accedere a una rete Wi-Fi, il WPA entra in azione. Il WPA 2 è considerato lo standard ormai da tempo, ma con il Wi-Fi 6 questa condizione cambierà.

Uno dei principali miglioramenti introdotti da questa tecnologia è l'implementazione di una maggiore sicurezza delle password tramite il sistema Dragonfly Key Exchange, chiamato anche SAE o Simultaneous Authentication of Equals. Questo metodo di autenticazione rende le password più difficili da decifrare, adottando un metodo più sofisticato per stabilire l'handshake con la rete Wi-Fi. Questo ulteriore livello di sicurezza, unito a una crittografia più solida, consente al Wi-Fi di offrire opzioni di sicurezza più robuste che mai.

Questo ulteriore livello di sicurezza è un ottimo esempio di come il Wi-Fi 6 possa cambiare le cose in meglio, senza influire negativamente sull'esperienza dell'utente.

Durata della batteria e TWT

Un altro sviluppo rivolto al futuro introdotto dal Wi-Fi 6, è il Target Wake Time (TWT) che permette potenzialmente di aumentare l'autonomia della batteria di alcuni dispositivi.

Questa tecnologia consente una comunicazione più efficiente tra il router e il dispositivo per quanto riguarda attivazione e disattivazione. Comunicando efficacemente con la radio Wi-Fi del dispositivo e attivandola solo quando necessario, sono necessari molto meno tempo ed energia per cercare un segnale wireless.

Questo può contribuire ad aumentare la durata della batteria.

Che cos'è il Wi-Fi 6E?

Oltre al Wi-Fi 6, è approdata di recente una nuova tecnologia Wi-Fi: il Wi-Fi 6E.

I dispositivi Wi-Fi erano in precedenza limitati all'utilizzo esclusivo delle frequenze a 2,4 GHz e a 5 GHz, ma questa tendenza è cambiata di recente. I dispositivi dotati di connessione Wi-Fi 6E possono utilizzare la banda di frequenza a 6 GHz, la quale fornisce 1200 MHz di larghezza di banda, il che la rende ideale per la fornitura di grandi quantità di dati su distanze ridotte. Ciò può contribuire ad alleviare la congestione del traffico e le interferenze dei dispositivi supportati. Considera il Wi-Fi 6E come una nuova e più ampia corsia che si aggiunge all'autostrada Wi-Fi in precedenza a due corsie, con tutti i vantaggi del Wi-Fi 6 inclusi.

Non tutti i dispositivi che supportano il Wi-Fi 6 supporteranno il Wi-Fi 6E, assicurati pertanto di verificare che l'hardware che stai valutando supporti il Wi-Fi 6E in fase di aggiornamento.

Di cosa ho bisogno per far funzionare il Wi-Fi 6?

Ecco cosa dovresti considerare quando esegui il passaggio al Wi-Fi 6:

  • Il tuo router supporta il Wi-Fi 6? Per sfruttare questo nuovo protocollo, l'aggiornamento più importante da fare è un router compatibile con Wi-Fi 6. La maggior parte dei produttori offre già router con funzionalità Wi-Fi 6, quindi ci sono molte opzioni tra cui scegliere.
  • I tuoi dispositivi supportano il Wi-Fi 6? Ti servono anche dispositivi che hanno la capacità di utilizzare il Wi-Fi 6. Sebbene il Wi-Fi 6 sia retrocompatibile con il vecchio 802.11ac (Wi-Fi 5), avrai bisogno di un dispositivo compatibile con Wi-Fi 6 per sfruttare quanto visto finora. Man mano che il Wi-Fi 6 diventerà sempre più lo standard per i prossimi anni, i nuovi dispositivi inizieranno a integrare la tecnologia come specifica di base.
  • Il tuo PC supporta il Wi-Fi 6? Se possiedi la CPU Intel di più recente generazione e la scheda madre compatibile, molti dei componenti richiesti per il funzionamento del Wi-Fi 6 sono già inclusi, in modo tale che potrai sfruttare questa nuova tecnologia più facilmente. Sebbene sia comunque necessaria un'antenna esterna M.2, qualora la tua scheda madre non ne sia dotata, l'implementazione di Intel® Integrated Connectivity (CNVi) suggerisce che la maggior parte della tecnologia che alimenta il Wi-Fi 6 è già disponibile nel tuo sistema.

Se stai cercando una soluzione Gig+ Wi-Fi 6 dedicata al gaming, dai un'occhiata a questa scheda Wi-Fi 6 Killer® AX1650 progettata in collaborazione con Intel. Questi dispositivi utilizzano canali a 160 MHz che consentono velocità wireless Gigabit fino a 1700 Mbps, ovvero tre volte superiori rispetto al Wi-Fi 5 standard, in circostanze ideali.

Ricorda, tutti i dispositivi e componenti compatibili con Wi-Fi 6 o Wi-Fi 6E riporteranno queste diciture sull'etichetta, pertanto, cerca la dicitura in fase di aggiornamento.

È giunto il momento di aggiornare il tuo Wi-Fi?

Il Wi-Fi 6 e Wi-Fi 6E avranno un impatto notevole sul modo in cui interagiamo con i nostri dispositivi wireless. Tra velocità più elevate, gestione migliorata delle priorità del traffico e maggiore sicurezza, il Wi-Fi 6 rappresenta un significativo passo in avanti per la tecnologia wireless.

Per giocare, lavorare o semplicemente trasmettere video in streaming, vale la pena considerare il passaggio al Wi-Fi 6.

Informazioni su prodotti e prestazioni

1

Intel non controlla né verifica dati di terze parti. Si consiglia di controllare questi contenuti, consultare altre fonti e verificare se i dati riportati sono accurati.

2

I prodotti Intel® Wi-Fi 6 (Gig+) supportano canali facoltativi da 160 MHz, consentendo le massime velocità teoriche possibili (2402 Mbps) per i prodotti tipici Wi-Fi PC con standard 802.11AX 2x2. I prodotti Premium Intel® Wi-Fi 6 (Gig+) forniscono velocità teoriche massime più elevate di 2-4 volte rispetto ai prodotti Wi-Fi PC con standard 802.11AX 2x2 (1201 Mbps) o 1x1 (600 Mbps), che supportano solo il requisito obbligatorio dei canali da 80 MHz.

3

Riduzione della latenza del 75%: si basa sui dati di simulazione Intel (79%) di 802.11ax con e senza OFDMA che utilizza 9 client. La latenza media senza OFDM è di 36 ms, con OFDMA, la latenza media si riduce fino a 7,6 ms. Il miglioramento della latenza richiede che il router 802.11ax (Wi-Fi 6) e tutti i client supportino OFDMA. Per ulteriori informazioni, visitare il sito intel.it/wifi6disclaimers.