Come diventare un gamer professionista in 10 passi

In primo piano:

  • Impegnati

  • Scegli il gioco giusto

  • Allenamento, allenamento, allenamento

  • Ottieni le attrezzature giuste per competere

  • Bilancia il tuo stile di vita

BUILT IN - ARTICLE INTRO SECOND COMPONENT

Sin dai suoi umili inizi nel 2007, il torneo Intel® Extreme Masters (IEM) si è trasformato da evento secondario di una fiera tecnologica tedesca a evento globale ospitato in stadi gremiti e con milioni di fan 1 sintonizzati in tempo reale. Nel complesso, gli eSport hanno conosciuto un'ascesa simile. I gamer professionisti di oggi competono in tutto il mondo per premi importanti e notorietà mondiale in occasione di eventi di eSport come l'International DOTA 2 Championship e le Intel® Extreme Masters Grand Finals. Blizzard* ha persino costruito un'arena dedicata a Los Angeles per ospitare e trasmettere gli eventi della Overwatch League. Alcune università offrono borse di studio per gli eSport.

Chiunque ami i videogiochi si è probabilmente chiesto più volte come è possibile diventare gamer professionisti. Che tu preferisca giocare da solo o in team, ci sono linee guida da seguire per dare il via alla tua carriera professionistica.

10 passi per diventare un gamer professionista

Trova le tue motivazioni

Come per qualsiasi altra cosa nella vita, è importante giocare per le giuste ragioni. L'amore per la competizione, la soddisfazione di crescere come gamer e il senso di appartenenza a una squadra o a una comunità sono tutti validi motivi per giocare.

A lungo termine, le motivazioni positive sono ciò che mantiene concentrati sugli obiettivi. I gamer motivati ​​da denaro, fama e successo rapido, al contrario, probabilmente esauriranno il loro entusiasmo prima ancora di diventare professionisti. Amare i videogiochi fa la differenza quando bisogna allenarsi tutti i giorni per acquisire gradualmente le abilità necessarie per diventare un professionista.

Scegli il tuo gioco

Il passo successivo consiste nel trovare il tuo gioco. Qui puoi seguire due strade: scegliere un gioco emergente oppure un titolo già affermato.

Il vantaggio di scegliere un gioco già consolidato come eSport è che infrastrutture e risorse sono già in grado di sostenere il gaming professionistico. Titoli di eSport di lunga data come League of Legends, Dota 2 e CounterStrike: Global Offensive (CS:GO) vantano bacini ampi e dedicati di gamer e, di conseguenza, tornei sponsorizzati con premi redditizi. Il rovescio della medaglia è che i nuovi arrivati hanno più difficoltà a imporsi in scenari già così consolidati.

Quando un gioco è agli inizi, i gamer hanno invece l'opportunità di esplorare per primi ogni aspetto interno ed esterno, favorendo l'imprevedibilità e la nascita di diversi stili di gioco. I giocatori fondatori di giochi come Rocket League2 e PlayerUnkown's Battlegrounds,3 per esempio, si sono trovati al centro della scena degli eSport. Detto questo, c'è anche il rischio che un gioco non riesca a decollare a livello competitivo, costringendoti quindi a passare a un altro.

Il nostro consiglio è di provarne qualcuno e scegliere quello che ti piace di più. Ricordati che dovrai giocarci molto.

Vivi la community

Per quanto il gaming professionistico si basi sui talenti individuali, non si può ignorare la cultura che circonda il gioco. Prima di dedicare ore e ore all'apprendimento dei dettagli di uno specifico gioco, trascorri un po' di tempo nei forum e in altri punti di ritrovo dei giocatori. Questa esperienza ti fornirà maggiori indicazioni sul percorso da seguire e capirai meglio se la carriera da gamer professionista si adatta davvero ai tuoi obiettivi e alle tue motivazioni personali.

Vivere la community di un gioco è essenziale per far avanzare la tua carriera, quindi cerca assiduamente il confronto con gli altri giocatori. Innanzitutto, bacheche, forum e canali YouTube sono i luoghi ideali in cui scoprire e approfondire gli aspetti più nascosti di un gioco. I giocatori devono interagire tra loro per seguire attentamente l'evoluzione del gioco e analizzarne ogni dettaglio, contribuendo a far crescere la community a cui appartengono.

Inoltre, la community è una forte motivazione a mantenere l'interesse per un gioco a lungo termine.

Potenzia la tua attrezzatura

Assicurati di giocare con equipaggiamento giusto, iniziando da un buon mouse da gaming e una tastiera meccanica. Quando si parla di periferiche, le opzioni sono innumerevoli, distinte per dimensioni, formato e sensibilità, ma è meglio scegliere semplicemente quella più adatta te. Per farti un'idea, senti cosa dicono i professionisti degli eSport in merito alle periferiche che usano.

Qualsiasi periferica tu scelga, è buona norma utilizzare sempre lo stesso mouse e la stessa tastiera. Basta vedere cosa fanno i professionisti. L'equipaggiamento che usano per allenarsi è lo stesso che usano per competere sul palco. La familiarità con le tue periferiche semplifica il passaggio all'ambiente competitivo, in cui tensione e pressione possono giocare brutti scherzi.

Anche la coerenza è importante in fatto di hardware. Gli organizzatori di eventi professionistici scelgono saggiamente componenti di sistema che non ostacoleranno il gameplay con ritardi o frame rate altalenanti. Le prestazioni del tuo notebook da gaming o PC da gaming devono essere all'altezza. Per ulteriori informazioni su come migliorare la tua esperienza di gioco, consulta le nostre guide su processori, monitor da gaming e storage.

Allenamento

Con il matchmaking in-game e i servizi premium di matchmaking di terze parti come ESEA, è facile trovare qualcuno con cui giocare. Ma se vuoi vincere, devi esercitarti.

Innanzitutto, prendi confidenza con la meccanica di gioco. Concentrati sull'apprendimento di abilità specifiche per il gioco fino a quando non si radicano nella tua memoria muscolare. Che si tratti di colpire per ultimo in un MOBA, mirare con precisione in un FPS o massimizzare le azioni al minuto in un RTS, queste abilità non perdono mai la loro importanza. I gamer professionisti si esercitano instancabilmente sulla meccanica per rimanere competitivi e migliorare poco alla volta, ma i giocatori che hanno appena iniziato devono fare molta pratica per migliorare in fretta.

Mentre affini le tue abilità, inizia a ricercare una strategia generale per il gioco. Un buon eSport presenta diversi livelli di strategia, che vanno dalla strategia situazionale, come il ruolo di un jungler in agguato tra le corsie, a meta di livello superiore. Comprendere il tuo ruolo in una determinata situazione è un buon punto di partenza, in quanto il meta sfruttato dai professionisti, come la quasi invincibile strategia GOATS che ha dominato la Stagione 1 della Overwatch League, può essere troppo complicato per i principianti.

Tuttavia, c'è molto da imparare osservando i migliori giocatori. Video e live streaming sono ottime risorse per l'apprendimento delle tecniche di gioco e sono un buon riferimento per capire come giocare.

Successivamente, man mano che fai progressi, rivedere le tue stesse partite ti permetterà di analizzare a fondo il tuo stile di gioco e imparare dai tuoi errori. Tutti i migliori giocatori lo fanno.

Un gradino alla volta

Per diventare un professionista serve un forte desiderio di vincere in ogni fase della competizione. Questo significa dominare il tabellone nelle fasi preliminari, scalare i ranghi nel matchmaking ed essere l'ultima squadra in gioco nei tornei.

Acquisisci familiarità con la gerarchia dei livelli delle competizioni, perché ogni eSport ha il proprio sistema per coinvolgere i nuovi giocatori. In CS:GO, ad esempio, un giocatore passa in genere dalle partite pubbliche al matchmaking e quindi ai campionati e ai tornei. Ogni eSport ha la sua trafila.

Scalare le classifiche permette ai giovani giocatori di farsi un nome. Può anche aiutarli a trovare un posto in una squadra amatoriale (o in una community secondaria per giochi single player), che a sua volta può fungere da trampolino di lancio per passare a un'organizzazione di gaming professionistica.

Trova una squadra

Quando ti sarai conquistata una reputazione di gamer valido, trova una squadra. Giocare al fianco di altri gamer, specialmente se migliori di te o con abilità differenti, è una delle esperienze più preziose che un giocatore possa vivere.

Se sei davvero bravo, una squadra probabilmente ti noterà. In caso contrario, prova tu a contattarle. Il sito Web Teamfind, ad esempio, ha forum e strumenti per comunicare con squadre e giocatori. Anche server Discord, Subreddit e gruppi Steam sono ambienti di reclutamento preferenziali per le squadre amatoriali.

Per i giochi di squadra come CS:GO e Dota 2 è indispensabile imparare a giocare bene con altri giocatori. Quindi trova un ruolo che ti piace e un gruppo di giocatori con cui legare. Ma anche per i giochi single player come Hearthstone o StarCraft ​​​2​​​ è utile interagire con community di questo tipo.

Competi e fatti notare

Essere bravi a giocare non è tutto. Bisogna anche stringere legami che possano aiutarti a scalare i ranghi delle competizioni. Una volta trovato il tuo posto in organizzazioni più competitive, inizia a fare rete. Imponiti come avversario di qualità per entrare in contatto con i migliori giocatori.

Costruire relazioni con giocatori più forti può portare a grandi occasioni, come inviti a canali Discord privati, dove avrai la possibilità di giocare in scrim esclusivi e giocare fianco a fianco con giocatori d'élite. È in ambienti come questi che i giocatori possono farsi notare dalle organizzazioni professionistiche.

Mantieni l'equilibrio

In questa fase in cui si sta diffondendo negli eSport una certa tendenza alla pratica ossessiva, i professionisti devono imparare a bilanciare il loro programmi di allenamento con le attività lontano dallo schermo. Secondo i gamer professionisti che abbiamo intervistato, un approccio olistico alla pratica che comprenda una corretta alimentazione, esercizio fisico e una vita sociale attiva, migliora la concentrazione e previene lo stress eccessivo. Mantenere uno stile di vita sano ti permetterà di rimanere motivato abbastanza a lungo da sviluppare quelle capacità che, alla fine, faranno colpo sulle organizzazioni professionistiche.

Vivi come un professionista

Diventare un gamer professionista richiede anni di duro lavoro e pratica, ma l'applicazione costante non è tutto. Per crescere come giocatore, è importante adottare un approccio olistico all'allenamento, che preveda l'instaurazione di relazioni sociali, una crescente conoscenza del gioco, la ricerca di fonti positive di motivazione e il mantenimento di uno stile di vita sano.

Allineati con questi principi e vedrai il miglioramento sia dentro che fuori dal gioco.

Informazioni su prodotti e prestazioni

2

Teamy Weamy, fondato 6 giorni dopo il lancio di Rocket League, è stato acquisito ed è diventato FlipSid3 Tactics, il primo grande team di Rocket League a vincere diversi campionati RLCS, disputati a Newark, in New Jersey. https://liquipedia.net/rocketleague/Teamy_Weamy, https://liquipedia.net/rocketleague/FlipSid3_Tactics.

3

La tabella eventi per il primo torneo PUBG LAN*, mostra un buon mix di professionisti e nuove leve. https://pubg.gamepedia.com/Gamescom_Invitational_2017#Register_for_event.