La routine quotidiana dei giocatori nel gaming professionale

La vita di un gamer professionista è costellata di allenamenti rigorosi e programmi di tornei impegnativi. Con il tempo, questo può causare problemi come il burnout, a meno che i giocatori non dedichino tempo e attenzioni alla propria salute.1

I videogame sono più scattanti e immersivi che mai, quindi è facile fantasticare sulla vita dei gamer professionisti. Come fanno i giocatori di eSport (e quindi i team di eSport) a seguire una routine quotidiana che li aiuti a continuare a giocare ai videogame in cui eccellono? Per rispondere a queste domande, abbiamo parlato con giocatori professionisti di Overwatch*, Counter-Strike*: Global Offensive* (CS:GO) e League of Legends*.

Sono due i gamer professionisti intervistati per questa storia: Lynnie "artStar" Noquez del Team Dignitas* campionessa di Counter-Strike*: Global Offensive e Cody Sun del Team Clutch Gaming Academy* campione di League of Legends* . Entrambi descrivono una routine quotidiana di circa sei/otto ore di allenamento strutturato in team, sempre completato da diverse ore aggiuntive di allenamento autonomo. Noquez ha riassunto così una sua giornata tipica:

Mi sveglio intorno alle 11 e rispondo a tutte le e-mail di lavoro. Sono pronta verso mezzogiorno o l'una, preparo il pranzo con il mio fidanzato o a volte usciamo a mangiare con la sua famiglia. Il pomeriggio lo dedico a tutto quello che devo fare quel giorno, come sbrigare varie faccende, pulire la casa, preparare la cena oppure, se sono fortunata e mi sono anticipata le cose da fare i giorni prima, di solito trascorro il tempo con la famiglia e gli amici. Arrivo così fino alle 17 circa, l'ora in cui inizio a fare pratica individuale di Counter-Strike*. Guardo una demo, controllo le mie granate, gioco a un Pick up game o trasmetto in streaming su Twitch*. Intorno alle 19 inizia l'allenamento in team con Dignitas*. A metà allenamento facciamo una breve pausa per la cena e finiamo di allenarci verso le 23. Subito dopo l'allenamento, di solito me ne vado direttamente a letto, per ripetere la stessa routine il giorno dopo, per 5 giorni alla settimana!

Altri giocatori si allenano con il loro team durante il giorno invece che la sera, ma le loro routine sono comunque simili: dedicano più ore consecutive possibile alla pratica di gioco, inserendo quindi faccende e altri impegni della vita quotidiana quando possibile.

Pratica, pratica, pratica

In cosa consiste alla fine tutto questo allenamento? Anche se i regimi di allenamento dei professionisti di eSport posso variare allo stesso modo delle loro preferenze per quanto riguarda le periferiche, ci sono delle prassi che li accomunano.

Per un'eSport ben consolidato come League of Legends*, l'allenamento consiste essenzialmente nel continuare a giocare ripetutamente allo stesso videogame.

Anche se, nel 2017, lo sviluppatore di League of Legends* Riot Games* ha aggiunto al gioco una modalità di allenamento molto richiesta, Cody Sun di Clutch Gaming Academy* afferma che i giocatori di alto livello devono essere già così bravi in tutte le diverse meccaniche dei dettagli del gioco, come l'ultimo colpo (uccidere i Minion nemici al momento giusto per massimizzare l'intake di oro e XP) o il flash (teletrasporto a breve distanza) che non hanno in realtà bisogno di fare delle esercitazioni. Continuano invece a scontrarsi tra di loro o con altri team professionisti, gli stessi con i quali gareggiano nei tornei in ogni stagione. Queste partite vengono tutte registrate e analizzate attentamente dai giocatori, dai manager e dai coach alla ricerca di possibili aree di miglioramento o dei casi in cui è venuta a mancare la sinergia del team.

Quando si esercitano da soli, accedono alla modalità classificata del gioco come tutti gli altri. Cody Sun ama ricordare le prime volte in cui è stato riconosciuto dai giocatori dilettanti di alto livello con cui era stato abbinato e contro i quali ha giocato, perché gli ricordavano quando aveva iniziato a scalare le classifiche del gioco e quanto era elettrizzato quando veniva abbinato con giocatori professionisti che ammirava, come Shan "Chaox" Huang.

"Cerco sempre di essere gentile", afferma Cody Sun parlando di quando si esercita nel gioco da solo e i suoi compagni di squadra lo riconoscono. "Perché mi sono ritrovato nella stessa identica situazione."

Restare attivi nella vita reale

I giocatori di eSport spesso sottolineano l'importanza dell'esercizio fisico come parte di uno stile di vita sano. Per alcuni, come Eli "Elk" Gallagher di Overwatch League*, una routine di fitness è qualcosa che hanno scoperto solo come completamento del loro allenamento dietro la tastiera.

"Prima di entrare a far parte di questo team non ero mai stato in palestra", afferma Gallagher. "Facevo un po' di attività fisica quando ero alle superiori, ma niente di davvero specifico. Quando sono entrato a far parte del team [Philadelphia Fusion*], ho parlato con Tucker [Roberts], che è il proprietario, e gli ho detto: 'Voglio un personal trainer per il team. Anche se sarò solo io a usarli, voglio una palestra e un personal trainer. Penso che mi farà davvero bene come giocatore.'"

Stanno ancora organizzando il tutto, ma Elk dichiara che "seguendo consigli trovati online" ha già iniziato a sfruttare la palestra che hanno a disposizione nella sede del team. "Fusion* ci ha fornito un'ercolina, un sacco di manubri, una panca, bilancieri... un bel po' di attrezzatura di base, il che non è stato male."

Anche lo stretching è estremamente importante per evitare lesioni ai polsi, al collo e alle spalle, che sono spesso il risultato di sessioni prolungate seduti al computer.

“Per evitare problemi a livello di polsi, spalle o schiena, preferisco prendere delle precauzioni facendo dei semplici esercizi di stretching che abbiamo imparato al 76ers* Training Complex con lo staff medico sportivo”, osserva Noquez. "Questi esercizi di stretching sono fantastici perché non servono attrezzature speciali e nemmeno tanto spazio. Posso fare questi esercizi direttamente alla scrivania, tra una partita di allenamento e un'altra o persino tra i vari round di gioco, se ne sento l'esigenza”.

Cody Sun di Clutch Gaming Academy* è sempre alla ricerca di modi per migliorare e imparare dai suoi colleghi e predecessori del gaming professionale. Dice di aver raccolto molti suggerimenti, inclusi quelli sull’esercizio fisico, leggendo e guardando interviste ad altre star degli eSport.

A proposito di stili di vita sani, afferma che "molti altri giocatori professionisti ne parlano". "Parlano del loro programma e di quello che fanno, quindi a volte guardo le interviste o altro e penso, però! Come il suggerimento di fare esercizio al mattino: mi sembra un’ottima cosa perché può aiutare anche con l'atteggiamento mentale e gli allenamenti."

Riposo e relax in abbondanza

Cody Sun cerca di mantenere orari di sonno adeguati, una vita sociale e un modo di pensare sano, piuttosto che fissarsi a macinare il maggior numero possibile di giochi ogni giorno.

“Penso che i giocatori migliori nel nostro settore siano quelli che trovano l’equilibrio e l’efficienza migliori nella loro vita: si allenano, fanno esercizio fisico, mangiano in modo sano e hanno una vita sociale decente", afferma.

Sun ritiene che la cultura degli eSport sia migliorata in modo significativo, anche se solo negli ultimi due o tre anni, grazie all'adozione di un approccio più olistico all'allenamento e al gaming. “Per noi è davvero difficile fare solo sei ore di sonno e allenarci in continuazione. Penso che il nostro approccio attuale, o almeno la direzione in cui ci muoviamo, sia di assicurarci di avere uno stile di vita sano e un atteggiamento mentale sano, per poi essere davvero efficienti con gli allenamenti."

L'approccio "continua a macinare una partita dopo l'altra" è sicuramente ancora prevalente tra alcuni giocatori nel gaming competitivo, Sun ammette, ma insiste che coloro che adottano un approccio più olistico alla vita del gamer professionista sono altrettanto rigorosi, se non di più, rispetto ai loro colleghi che continuano ad allenarsi giocando fino allo sfinimento e alle prime ore del mattino.

"Mantenere orari di sonno sani richiede in realtà più disciplina e più concentrazione di quelle necessarie per pensare solo a giocare il più possibile", ci dice Sun. “Magari pensi ‘Oh, questo tipo lavora davvero un sacco perché si allena fino alle 3 del mattino, mentre l'altro ha finito a mezzanotte o anche alle 23:30.’ Ma la persona che segue il programma più sano ha una disciplina migliore e questo si ripercuote in altre aree della sua vita oltre che nel gioco."

A volte questo significa allontanarsi dalla tastiera, anche se si tratta solo di guardare qualcun altro che gioca a League of Legends*, nel caso di Cody Sun. “In realtà continui a imparare perché guardi altre persone giocare, ma è molto meno stressante", afferma.

Noquez di CS:GO deve staccarsi il più possibile dai giochi sparatutto alla fine della giornata.

“Dopo una lunga giornata di allenamento e dato che finiamo molto tardi, di solito sono troppo stanca per fare qualsiasi cosa", afferma. “Quello che preferisco fare è semplicemente sdraiarmi sul divano con il mio fidanzato e il nostro cucciolo e guardare qualche film!"

Gallagher, da parte sua, ricorda nostalgicamente di aver trascorso la sua più recente giornata libera da allenamenti interamente all'aperto.

"Ieri avevo il giorno libero e tutto quello che è ho fatto è stato letteralmente sedermi all'aperto e parlare al telefono per quasi otto ore. Sono stato semplicemente all'aperto dalle 13 alle 21 circa, ho ordinato da mangiare e sono rimasto fuori. È stato bello stare all'aperto, davvero non avevo voglia di stare al chiuso e giocare ai videogame", dice.

In realtà la vita di un gamer professionista non è così facile e semplice come si potrebbe pensare. “Ritengo che rilassarsi negli eSport sia una delle cose più difficili perché il nostro lavoro coincide con i nostri hobby, quindi talvolta è molto difficile separare il lavoro e la vita sociale dalle altre attività rilassanti che la gente svolge normalmente”, osserva Galagher. Per saperne di più su come diventare un professionista di eSport, fai clic qui.

Informazioni su prodotti e prestazioni

1

*Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.