Intel® Server Debug and Provisioning Tool (Intel® SDP Tool) per Linux*

19092
1/24/2021

Introduzione

Il Intel® Server Debug and Provisioning Tool (Intel® SDP Tool) viene utilizzato per eseguire il debug e il provisioning di schede madri e sistemi Intel per® server tramite BMC out-of-band. (1.4 Build 3))

Download disponibili

  • Ubuntu 18.04 LTS*, Ubuntu 20.04 LTS*, SUSE Linux Enterprise Server 12 SP3*, Red Hat Enterprise Linux 7.6*, Red Hat Enterprise Linux 7.3*, Ubuntu 16.04*, SUSE Linux Enterprise Server 15*, CentOS 7.3*, Red Hat Enterprise Linux 8.1*, Red Hat Enterprise Linux 8.2*, Red Hat Enterprise Linux 7.5*
  • Dimensioni: 81 MB
  • SHA1: DA13BE23E41AA03FEE05E51B14FA75987D22A744

Descrizione dettagliata

Introduzione


Il Intel® Server Debug and Provisioning Tool (Intel® SDPTool) viene utilizzato per il debug e il provisioning di Intel Server tramite BMC Out-of-band.

Piattaforme Intel® supportate

  • Intel® Server Board serie S2600 (Intel® Xeon® famiglia di processori E5-2600 v3/v4)
  • Intel® Server Board (famiglia di processori scalabili Intel® Xeon®)
  • Intel® Server Board (famiglia di processori scalabili Intel® Xeon® di seconda generazione)
  • Intel® Server Board (famiglia di processori Intel® Xeon® Platinum 9200)

Sistemi operativi supportati

  • Red Hat* Enterprise Linux 8.1, 8.2, 7.3, 7.5 e 7.6. Tutti i distro a 64 bit.
  • SuSE* Linux* Enterprise Server 15 e 12 Service Pack 3. Tutti i distros a 64 bit.b
  • CentOS* 8.2, 7.3 e 7.5. Tutte le distros.b a 64 bit
  • Ubuntu* 16.04 LTS, Ubuntu 18.04 LTS e Ubuntu 20.04 LTS.

Prerequisiti

  • Python* 2.7.5 e Python 3.x
  • Ipmitool* 1.8.18
  • cURL* 7.29.0
  • Opensl* 1.0.0x sopra
  • Wget* 1.16 sopra
  • Richieste Python
  • Java OpenJDK/Oracle* versione 1.7 e superiore, 64 bit
  • IceDTEA-web
  • Driver OpenIPMI
  • modulo python defusedxml
  • Attualmente non supportato su Python 2.6.9 da PIP

Questo download è valido per i prodotti elencati di seguito.

Informazioni su prodotti e prestazioni

1

Intel sta eliminando il linguaggio non inclusivo dalla documentazione, le interfacce utente e il codice attuali. Si prega di notare che le modifiche retroattive non sono sempre possibili e che il linguaggio non inclusivo potrebbe essere ancora presente nella documentazione, le interfacce utente e il codice precedenti.

Il contenuto di questa pagina è il risultato della combinazione tra la traduzione umana e quella automatica del contenuto originale in lingua inglese. Questo contenuto è fornito soltanto a titolo di informazione generale e non ha pretese di completezza o accuratezza. In presenza di contraddizioni tra la versione in lingua inglese di questa pagina e la sua traduzione, fa fede la versione inglese. Visualizza la versione in lingua inglese di questa pagina.