Demistificare la tecnologia informatica: RAM e processore a confronto

Cosa è più importante per la produttività dei dipendenti?

RAM e processore a confronto:

  • RAM è l'acronimo di Random Access Memory (memoria ad accesso casuale), e viene utilizzata come spazio di storage a breve termine.

  • Il processore, noto anche con l’acronimo CPU, fornisce le istruzioni e la potenza di elaborazione necessarie al funzionamento di un computer.

  • Sia la RAM che la CPU lavorano in modo simultaneo e complementare per garantire che la loro potenza e le loro prestazioni si adattino alle esigenze della vostra piccola impresa.

  • La chiave per scegliere un PC per la vostra piccola impresa è quella di cercare un dispositivo di livello aziendale con Intel vPro® Essentials dotato dell'ultimo processore Intel® Core™.

author-image

di

Decenni di acquisti di computer hanno portato molte persone a ritenere che la RAM sia la soluzione migliore per migliorare le prestazioni dei PC. Sebbene sia indubbiamente importante, non è l'unica soluzione per ottenere prestazioni migliori, né tanto meno quella giusta, a seconda delle vostre esigenze.1 2

Un vecchio computer (un computer con più di cinque anni) richiede più tempo per avviarsi, caricare pagine Web ed eseguire programmi, il che può avere un impatto notevole sul risultato finale in termini di perdita di produttività dei dipendenti. In uno studio di Intel, i ricercatori hanno scoperto che i computer più lenti diminuiscono la produttività dei dipendenti fino al 29%, costando potenzialmente a un datore di lavoro fino a 17.000 dollari in produttività persa per ogni vecchio computer sul posto di lavoro.3 Questo stesso studio ha anche stimato che il tempo di attesa per l'avvio di un vecchio PC ogni mattina può far perdere fino a 11 ore all'anno.4

Oltre alla perdita di produttività, un computer più lento porta a dipendenti insoddisfatti, rendendo il vostro investimento hardware un problema di ritenzione dei dipendenti tanto quanto un problema di tecnologia. Pertanto, è spesso un investimento intelligente ottenere componenti potenti in modo che i computer delle piccole imprese possano elaborare più dati, eseguire più programmi ad alta intensità di dati e tenere aperte più schede del browser.

Che cosa fa... e non fa la RAM.

La RAM, acronimo di Random Access Memory, è usata come memoria a breve termine per i computer per disporre i dati per un facile accesso. Più RAM ha il computer, maggiore è il numero di dati che è in grado di gestire in un dato momento. Pensate alla RAM come a uno spazio di lavoro: un grande banco di lavoro consente ovviamente di lavorare meglio rispetto a un piccolo vassoio da tè.

Anche se avere più RAM può essere un vantaggio, ci sono dei limiti ai benefici di aggiungere altra RAM. Uno di questi limiti è un aspetto fisico: la scheda madre può contenere solo una certa quantità di RAM, quindi se state aggiornando un vecchio computer che ha ormai quasi raggiunto la capacità massima di RAM, potrebbe non esserci molto spazio per questo aumento. Un altro limite critico è la potenza di elaborazione. Tutta la memoria a breve termine nel mondo non faciliterebbe la vita dei dipendenti se non disponessero della potenza di elaborazione per trarne vantaggio.

La potenza del processore

Il processore, noto anche con l’acronimo CPU, fornisce le istruzioni e la potenza di elaborazione necessarie al funzionamento di un computer. Più il processore è potente e recente, più velocemente il vostro computer sarà in grado di completare le varie attività.

Scegliendo un processore più potente, il vostro computer sarà in grado di elaborare e funzionare più velocemente. Questo aspetto da solo può essere sufficiente per ottimizzare la potenza della RAM già installata e vi aiuterebbe a massimizzare il vostro investimento nella nuova RAM aggiunta. Se una maggiore quantità di RAM può essere paragonata a un banco di lavoro più grande, un processore più veloce è come invitare un amico ad aiutarvi a completare il vostro lavoro.

Proteggere i dati con la sicurezza basata su hardware

Quando si sceglie un dispositivo di livello aziendale con un processore Intel® Core™ della piattaforma Intel vPro® Essentials , questo contiene funzionalità di sicurezza pronte all'uso al di sotto del sistema operativo che permettono alla piccola impresa di ottenere una maggiore protezione dalle minacce alla sicurezza rispetto al solo software.

Anticipare le esigenze del futuro

La RAM e la CPU lavorano ognuna in modo complementare all'altra, così come alle capacità di prestazioni della scheda madre, del disco rigido e degli altri componenti del computer.

È possibile scegliere il processore Intel® Core™ più recente e conosciuto e aggiungere più RAM man mano che le esigenze del carico di lavoro dei dipendenti aumentano.5

Ulteriori informazioni sugli altri componenti del computer ›

Informazioni su prodotti e prestazioni

1Le tecnologie Intel possono richiedere hardware abilitato, software specifico o l'attivazione di servizi.
2

Tutte le versioni della piattaforma Intel vPro® richiedono un processore Intel® Core™ idoneo, un sistema operativo supportato, un chip Intel LAN e/o WLAN, miglioramenti del firmware e altri hardware e software necessari per assicurare la gestione, le caratteristiche di sicurezza, le prestazioni del sistema e la stabilità che caratterizzano la piattaforma. Per maggiori dettagli, consultare intel.com/performance-vpro.

3“Ogni computer con più di 5 anni che possedete potrebbe costarvi fino a 17.000 dollari all'anno” è basato su un sondaggio online del 2018, commissionato da Intel e condotto da J. Gold Associates, LLC., su 3.297 intervistati impiegati in piccole aziende in 16 paesi (Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, India, Italia, Giappone, Messico, Arabia Saudita, Sud Africa, Spagna, Turchia, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, USA) per valutare le sfide e i costi associati all'utilizzo di PC più datati. Gli intervistati hanno stimato che, utilizzando PC con più di 5 anni, i dipendenti sarebbero fino al 29% meno produttivi. Supponendo che lo stipendio medio dei dipendenti sia di 60.000 dollari, il costo della perdita di produttività sarà pari a 17.000 dollari. Per consultare queste statistiche e il report completo, visita https://www.intel.it/content/www/it/it/business/small-business/sme-pc-study.html.
4L'affermazione "I dipendenti trascorrono fino a 11 ore all'anno semplicemente aspettando che il computer si avvii" si basa su un sondaggio online del 2018, commissionato da Intel e condotto da J. Gold Associates, LLC., su 3.297 intervistati impiegati in piccole aziende in 16 paesi (Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, India, Italia, Giappone, Messico, Arabia Saudita, Sud Africa, Spagna, Turchia, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito, USA) per valutare le sfide e i costi associati all'utilizzo di PC più datati. Ipotizzando un avvio al giorno e considerando un tempo di avvio medio calcolato facendo la media del tempo riferito dagli intervistati per l'avvio di un PC più vecchio di 5 anni, si stima che i dipendenti impieghino fino a 11 ore all'anno per avviare un PC di 5 anni (4,07 minuti x 5 giorni alla settimana X 52 settimane all'anno diviso per 60 ore, per ottenere un tasso di utilizzo di 0,67 ore) quindi 4,07 X 5 X 52 / 60 X 0,67 = 11,8). Per rivedere questa statistica e la relazione completa, visitare la pagina https://www.intel.it/content/www/it/it/business/small-business/sme-pc-study.html.
5

© Intel Corporation. Intel, il logo Intel e altri marchi Intel sono marchi di Intel Corporation o delle sue filiali. Altri marchi e altre denominazioni potrebbero essere rivendicati da terzi.