Famiglie di processori Intel® Xeon® E5-2600 v3 e E5-1600 v3

Straordinaria versatilità al cuore dei vostri data center

Con le famiglie di processori Intel® Xeon® E5-2600 v3 e Intel® Xeon® E5-1600 v3 al cuore di data center flessibili ed efficienti, la vostra organizzazione può rispondere rapidamente alle esigenze aziendali in evoluzione, proteggere i dati dai cyber criminali e snellire le operazioni del data center.

Un nuovo modo di pensare ai data center

Ora progettati in modo che elaborazione, storage e networking funzionino al meglio insieme, i più recenti processori Intel® Xeon® possono aiutarvi a soddisfare le sfide attuali ponendo al contempo le basi per i data center interamente orchestrati del futuro.

  • Offrite maggiori capacità di automazione per cloud dalle prestazioni superiori e più sicuri.
  • Risolvete i requisiti crescenti di storage e gestite velocemente i problemi di analisi di dati complessi
  • Offrite la velocità di esecuzione che gli utenti si aspettano al giorno d'oggiFate in modo che il vostro data center sia più efficiente a livello di costi e consumo energetico
  • Misurazione e monitoraggio

Leggi la descrizione del prodotto >

Guardate l'animazione introduttiva >

Prestazioni reattive, notevole efficienza energetica

I componenti più recenti della famiglia di processori Intel® Xeon® E5 offrono la migliore combinazione di prestazioni, funzionalità integrate ed efficienza dei costi per risolvere le sfide del computing tecnico, favorire l'implementazione del cloud, accelerare le prestazioni dei processori per picchi di carico, fornire storage intelligente o potenziare l'analisi dei dati. Rispetto ai processori della generazione precedente ottenete:

  • Prestazioni fino a 3 volte superiori1 2
  • Il server piu energeticamente efficiente del mondo1 3
  • Prestazioni fino a 1,9 volte superiori con Intel® AVX21 4
  • Incremento di fino a 1,7 volte della densità delle macchine virtuali1 5
  • Incremento di fino a 1,4 volte della larghezza di banda della memoria con DDR41 6

Guardate il video sulle prestazioni >

Visualizzate i record mondiali delle prestazioni >

Semplificate la fornitura di servizi cloud privati

La virtualizzazione integrata offre prestazioni più veloci per i processi essenziali della virtualizzazione e migliora la qualità e il controllo dei servizi.

  • Miglioramento delle prestazioni delle applicazioni, migrazione live, provisioning, bilanciamento del carico dinamico e disaster recovery.
  • Maggiore qualità e utilizzazione del servizio monitorando le singole macchine virtuali (VM) nella cache e risolvendo i problemi dei "vicini rumorosi" (cioè macchine virtuali che monopolizzano periodicamente le risorse di storage).
  • Rende possibile alti livelli di isolamento per impieghi nei servizi finanziari e similari.

Ulteriori informazioni sulle tecnologie di virtualizzazione >

Le giuste basi per affidabilità e sicurezza

Migliorate la vostra capacità di salvaguardare i dati e l'infrastruttura con funzionalità di sicurezza essenziali basate su hardware.

  • Incoraggiate la crittografia pervasiva riducendo la diminuzione delle prestazioni ad essa associata
  • Implementate una vasta gamma di applicazioni di sicurezza con chiavi e certificati di crittografia più veloci e di maggiore qualità.
  • Proteggete il vostro sistema operativo incrementando la sicurezza contro malware, attacchi denial-of-service (DoS), privilege escalation e contro la superficie della piattaforma.
  • Proteggete da attacchi a hypervisor, BIOS, firmware e altri componenti software di pre-avvio e ottenete visibilità sulla sicurezza dei sistemi per rafforzare la conformità IT.

Video correlati

Conversazioni

Informazioni su prodotti e prestazioni

1

Il software e i carichi di lavoro usati nei test delle prestazioni potrebbero essere stati ottimizzati a livello prestazionale solo sui microprocessori Intel. I test delle prestazioni, come SYSmark e MobileMark, sono calcolati utilizzando specifici sistemi computer, componenti, software, operazioni e funzioni. Qualunque variazione in uno di questi fattori può comportare risultati diversi. Consultare altre fonti di informazione e altri test delle prestazioni per una valutazione completa dei prodotti che si desidera acquistare, comprese le prestazioni di tali prodotti se abbinati ad altri prodotti. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web all'indirizzo http://www.intel.com/performance.

I risultati sono stati misurati da Intel in base a software, benchmark o altri dati di terze parti e sono forniti solo a scopi informativi.  Qualsiasi differenza di progettazione o configurazione dell'hardware o del software di sistema può influire sulle prestazioni effettive. Intel non controlla né verifica la progettazione o l'implementazione di dati di terze parti citati in questo documento. Intel incoraggia tutti i clienti a visitare i siti Web delle società esterne citate o altre fonti per verificare se i dati riportati sono accurati e riflettono le prestazioni dei sistemi disponibili per l'acquisto.

2

Fonte in data 8 settembre 2014. Nuova configurazione: piattaforma HP ProLiant* ML350 di nona gen. con due processori Intel® Xeon® E5-2699 v3, Oracle Java* Standard Edition 8 update 11, 190.674 SPECjbb2013*-MultiJVM max-jOPS, 47.139 SPECjbb2013-MultiJVM critical-jOPS. Fonte: http://h20195.www2.hp.com/V2/GetDocument.aspx?docname=4AA5-4748ENW&cc=us&lc=en. Riferimento: piattaforma Cisco UCS C240* M3 con due processori Intel Xeon E5-2697 v2, Oracle Java Standard Edition 7 update 45, 63.079 SPECjbb2013-MultiJVM max-jOPS, 23.797 SPECjbb2013-MultiJVM critical-jOPS. Fonte: http://www.spec.org/jbb2013/results/res2014q1/jbb2013-20140121-00050.html.

3

Confronto in base ai risultati di SPEC Power*_ssj2008 pubblicati in data 26 agosto 2014. Piattaforma Sugon I620-G20* con due processori Intel® Xeon® E5-2699 v3, 8 x 16 GB DDR4-2133 DR-RDIMM, Microsoft Windows Server* 2008 R2, IBM J9* VM, 10.599 overall ssj_ops/watt. Fonte: http://www.sugon.com.

4

Fonte in data agosto 2014 con Linpack*. Configurazione di riferimento: scheda madre Intel® S2600CP per server con due processori Intel® Xeon® E5-2697 v2, tecnologia Intel® Hyper-Threading disabilitata, tecnologia Intel® Turbo Boost abilitata, 8 x 8 GB DDR3-1866, Red Hat* Enterprise Linux* 6.3, Intel Math Kernel Library (Intel® MKL) 11.0.5, punteggio: 528 GFlops. Nuova configurazione: sistema server Intel® R2208WTTYS con due processori Intel Xeon E5-2699 v3, tecnologia Intel® Hyper-Threading disabilitata, tecnologia Intel® Turbo Boost abilitata, 8 x 16 GB DDR4-2133, RHEL 6.4, Intel MKL 11.1.1, punteggio: 1.012 GFlops.

5

Fonte in data 8 settembre 2014. Nuova configurazione: HP ProLiant* DL360 di nona gen. con due processori Intel® Xeon® E5-2699 v3, SPECvirt_sc2013* 1614 con 95 VM. Fonte: http://www.spec.org. Riferimento: piattaforma IBM System x3650* M4 con due processori Intel Xeon E5-2697 v2, SPECvirt_sc2013 947.0 con 53 VM. Fonte: http://www.spec.org/virt_sc2013/results/res2013q3/virt_sc2013-20130820-00004-perf.html.

6

Fonte in data agosto 2014 con STREAM TRIAD*, stream_omp v5.4 con compilatore Intel® versione 14.0.3.174: scheda madre Intel® S2600CP per server con due processori Intel® Xeon® E5-2697 v2, tecnologia Intel® Hyper-Threading disabilitata, tecnologia Intel® Turbo Boost abilitata, 24 x 16 GB DDR3-1066 DR-RDIMM, punteggio: 58,9 GB/sec. Nuova configurazione: sistema server Intel® R2208WTTYS con due processori Intel Xeon E5-2690 v3, tecnologia Intel® Hyper-Threading disabilitata, tecnologia Intel® Turbo Boost abilitata, modalità cluster on die, 24 x 16 GB DDR4-1600 DR-RDIMM, punteggio: 85,2 GB/sec.