• <Maggiori informazioni su Intel.com

Casi aziendali di cloud: previsioni energetiche

Il cloud dell'Università del Texas aiuta a prevedere le esigenze energetiche future

Di Paul Navratil, primo ricercatore, Texas Advanced Computing Center (TACC) presso l'Università del Texas di Austin, sezione Ricerca accademica

 

Grazie al secondo e al terzo esemplare dei supercomputer più grandi del mondo presenti in ambienti universitari, abbiamo maturato una grande esperienza nella gestione di grandi volumi di dati a fini di ricerca. Tuttavia, ciò che è davvero entusiasmante è quello che possiamo fare con questi dati, come possiamo usarli per sviluppare soluzioni reali che sfocino in cambiamenti altrettanto reali. Utilizzando gli strumenti di visualizzazione touchscreen basati sulla tecnologia Intel® aiutiamo le persone a vedere i dati, rendendoli accessibili ai ricercatori e fruibili al pubblico.

Prendete ad esempio il progetto dimostrativo del grid intelligente di Pecan street, in cui raccogliamo i dati derivanti dall'utilizzo di elettricità e gas e i dati della generazione di energia solare di più di 200 case, scuole, piccole aziende ed edifici commerciali nella comunità di Mueller ad Austin, Texas. Un certo numero di dispositivi e sensori di misura acquisiscono i dati relativi all'utilizzo di energia e li trasmettono al TACC.

Al suo completamento, questo progetto acquisirà dati da un maggior numero di dispositivi come gli hub energetici intelligenti e sensori di energia avanzati basati sui processori Intel® Atom™, coinvolgerà un migliaio di case e aziende e più punti di raccolta dati, come le informazioni circuito per circuito, per capire quali sono gli apparecchi e i dispositivi più efficienti e dove la produzione di energia a livello domestico (come quella solare) viene meglio utilizzata. I dispositivi Intel® inoltre consentiranno il test dei software affinché i proprietari delle case possano gestire i veicoli elettrici e i sistemi di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell'aria in modo tale da ottimizzare i programmi tariffari dei servizi e potenzialmente risparmiare denaro e/o energia.

Si prevede che il progetto di Pecan Street accumulerà diversi terabyte di dati grezzi quest'anno, dati che dovranno essere disaggregati, analizzati e distribuiti a diversi gruppi d'interesse. Il nostro supercomputer, basato sui processori Intel® Xeon® e molto presto sull'architettura Intel® Many Integrated Core (Intel® MIC) con il nostro imminente sistema Stampede, dispone della potenza di calcolo necessaria per elaborare i dati secondo più variabili, consentendo ai ricercatori di farsi quel tipo di domande che possono condurre a soluzioni applicabili alla realtà. Ad esempio: Quanti sono i frigoriferi del vicinato prossimi alla fase finale del ciclo di vita dell'efficienza energetica? È più efficiente installare pannelli solari sul lato meridionale od occidentale dell'edificio?

Mentre il progetto di Pecan Street evolve, la nostra capacità di visualizzare e condividere i dati potrà realmente fare la differenza nell'ambito delle politiche energetiche e delle abitudini degli utenti nel futuro. Ad esempio, le aziende di prodotti consumer potranno usare queste informazioni per progettare apparecchi più efficienti insieme a interfacce che forniscono aggiornamenti sui dispositivi smartphone del consumatore. I proprietari di case potrebbero considerare l'impiego di fonti di energia alternative oppure modificare le abitudini energetiche una volta che possono vedere quanta energia ci vuole per far funzionare il televisore a grande schermo. Inoltre, saremo in grado di condividere i dati acquisiti con i responsabili amministrativi, in modo che possano capire quali sono le fonti di energia più efficienti e dove c'è maggiore necessità. Un giorno non molto lontano, i dati che stiamo raccogliendo con questo progetto potrebbero aiutare il sindaco di Austin a valutare le esigenze di tutta la città in materia di energia. Personalmente, trovo tutto ciò davvero entusiasmante.

Visualizza altri casi aziendali di soluzioni cloud >

Paul Navratil

Paul Navratil

 

"Un giorno non molto lontano, i dati che stiamo raccogliendo con questo progetto potrebbero aiutare il sindaco di Austin a valutare le esigenze di tutta la città in materia di energia".